x un pozzo di petrolio

la Democrazia è diventata un arma letale nelle mani dei Massoni Farisei anglo-americani tutti i Sacerdoti di Satana, NWO NATO USA! Loro la pretendono sempre e soltanto da chi devono indebolire ed uccidere! Diplomazia USA: NATO vigile sugli eventi in Turchia.. Quindi hanno preteso la democrazia a Kiev prima di fare il GOLPE con i cecchini della CIA, solo che quelli erano la democrazia ed ora PORKoscenko sono i nazisti Parvy Sector Bildenberg! MA TANTO LORO SONO i poliziotti e i giudici del mondo e possono fare quello che vogliono: e sono anche i diritti ONU Sharia Akbar!
La NATO segue molto attentamente ciò che sta accadendo in Turchia, l'Alleanza Atlantica ha le sue esigenze sulla democrazia, ha affermato il segretario di Stato americano John Kerry.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/turchia-nato-alleato-valido_aac05e0c-cbc4-4776-b7e8-e6a419fd7332.html

Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] Germania, chiedono strip-tease ad agenti, A un party, poliziotti presi per spogliarellisti [  [ c'era una volta la religione. ora non c'è più religione. ma in compenso, ora, ci sono gli Obama Merkel Zapatero Hillary darwin gender a sodoma bildenberg: doppia fica: l'anticristo. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/germania-chiedono-strip-tease-ad-agenti_c1846605-50cb-4c5b-8f99-7d517c9add15.html

You are dhimmi in sharia law ] [ un islamico parte da una situazione vantaggiosa circa la lussuria, in muslims sharia coutry: lui è un pedofilo poligamo legalizzato, quindi quì può essere un licenzioso impunito, questa È LA DIMOSTRAZIONE CHE ISLAM È IL SATANISMO DAL PUNTO DI VISTA DELLA LUSSURIA! ma è anche il satanismo dal punto di vista del nazismo, e mancanza di reciprocità, maschilismo omofobia, e teologia della sostituzione che significa: io ti devo sostituire (devo sostituire i tuoi geni con i miei) e tu devi andare al cimitero! PARIGI, 18 LUG - L'attentatore di Nizza non era un fedele praticante, consumava maiale e alcol e aveva "una vita sessuale senza freni": http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/attentatore-nizzavita-sessuale-sfrenata_a5f2f0e5-9ed2-4812-81ba-8dfac2e16ceb.html

You are dhimmi in sharia law ] [ un islamico parte da una situazione vantaggiosa circa la lussuria, perché al suo profeta Maometto non mancava nessun peccato, nessun delitto e nessun demonio: poi, satana gli faceva da spirito guida e i farisei hanno scritto il Corano: quindi la lussuria dei maschi è premiata in ogni muslims sharia couNtry: e ogni maomettano è un pedofilo poligamo legalizzato, quindi quì, in Occidente, lui si trova nel paese di "BEN GODI" può essere un licenzioso impunito: PERCHÉ PER LUI LE NOSTRE DONNE SONO SCHIAVE SESSUALI, questa È LA DIMOSTRAZIONE CHE ISLAM È IL SATANISMO DAL PUNTO DI VISTA DELLA LUSSURIA! ma è anche il satanismo dal punto di vista del nazismo, e mancanza di reciprocità, maschilismo omofobia, e teologia della sostituzione che significa: io ti devo sostituire (devo sostituire i tuoi geni con i miei) e tu devi andare al cimitero! NEW YORK, 18 LUG - Il killer di Baton Rouge ha legami con l'"Islam radicale". Lo afferma Donald Trump in un'intervista. Quando gli viene fatto notare che non ci sono indicazioni sull'appartenenza all'Islam radicale, ma che sembrerebbe invece appartenere alla Nation of Islam, Trump risponde: "E' una cattiva persona, non c'e' dubbio su questo".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/07/18/baton-rouge-trump-killer-legato-islam_2225e0b6-c59a-4418-b53e-55dd53f08564.html

MY HOLY JHWH ] perché loro hanno imparato tutti l'italiano ed io non ho imparato l'inglese?

my elderly SALMAN SAUDI ARABIA SHARIA LA BESTIA AKBAR ] ok! se mi dai un pozzo di petrolio? io mi sto zitto! Dai non fare il taccagno o devo dire a tutti quanti hai corrotto in Occidente con i petrodollari?

uccidi sharia

#SALMAN SAUDI BESTiA rana falso profera SHARiA ARABiA Mecca Kaaba: idolo lunare in una vagina di argento 9 anni troia! ] è vero che i sacerdoti di Baal JaBullOn FARISEI TALMUD SPA FMI BM 666 GUFO: nel loro odio giurato contro Gesù di Betlemme, loro gli anticristi: vorrebbero vedere tutti morti : europei russi ed israeliani (magari facendoli morire tra di loro, l'uno contro l'altro), ma per distruggere i cristiani ed ebrei? sono sufficienti 4 puttane, 4 transessuali, 4 GAY GENDER Darwin a Sodoma, e 4 filmini pornografici! QUINDI IO RITENGO: che, il potere del massonico NWO in Occidente sia già un potere assoluto e vittorioso. ecco perché io credo che, TU STAI PER DIVENTARE la vera PREDA del: NWO! ed io, io SONO L'UNICO CHE PUÒ SALVARTI!


Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ nessuno deve pensare che tutti gli errori e le tragedie del mondo, siano il frutto di politiche sbagliate in buona fede! NO! QUESTA È LA KABBALAH SPa Fmi BM del NWO ] [ Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ Imam Erdogan sharia, lui non può capire che il GOLPE è la parte prospettica, corrispondente e speculare: a tutti i diritti laici che lui ha sottratto al Popolo Turco! .. e Erdogan non può capire, i suoi errori: perché lui è un maniaco religioso! .. e noi Occidentali non dobbiamo fare l'errore di schierarci: faziosamente: in favore di parte di genocidio nazismo sharia più moderato e simpatico, contro un altro genocidio nazismo sharia più oltranzista! Perché o noi uccideremo sharia oppure sharia ucciderà noi! dopo avere abbattuto SADDAM GHEDDAFI, e pensare che gli americani hanno fatto un patto con il diavolo, pur di abbattere il regime di Assad, così la frittata era completa: senza condannare la sharia, la galassia jihadista diventava onnipotente in tutto il mondo! ma perché, gli USA i sacerdoti di satana e i massoni, non si fanno una volta tanto i fatti loro? Dato che non riescono a fare il bene, almeno si astengano da fare il male! Se, con tutta la tecnologia che hanno, loro volevano veramente spazzare ISIS? loro lo potevano spazzare via, questo ISIS in pochi giorni, ed invece ERDOGAN ci ha fatto i soldi comprando il petrolio da ISIS, quindi, è dovuta intervenire la Russia per avere qualche risultato: contro ISIS, dato che SALAFITI ERDOGAN e SALMAN UsA Ue NATO: hanno fatto di tutto per non fare troppo del male ad ISIS, vero è che, il dio denaro ed interessi privati sovrastano il bene del popolo.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/valls-fischiato-allarrivo-a-nizza_dba00424-6e68-4550-92ae-7266dedb2759.html

=========
“USA hanno perso la fiducia nella Turchia come alleato affidabile”
http://bit.ly/1vtCH3w 18.07.2016) URL abbreviato 349621
Il tentato colpo di stato in Turchia, che i servizi segreti statunitensi non sono riusciti a prevedere ed i suoi possibili effetti indicano che Washington non può più contare su Ankara come alleato affidabile e stabile nella regione, ha dichiarato a RIA Novosti l'analista di geopolitica della "Casa Araba" di Madrid Karim Hauser.
"Dopo il colpo di stato, Washington ha perso la fiducia nella Turchia come alleato affidabile nella regione. Tre anni fa Erdogan aveva fatto pulizia all'interno della magistratura, nei comandi militari e per quanto possibile aveva limitato la libertà di espressione. Pertanto negli Stati Uniti nessuno si aspettava un colpo di stato militare. Le agenzie di intelligence non potevano prevedere uno scenario simile," — ritiene l'esperto.
Karim Hauser ha ricordato che la Turchia fa parte della NATO ed è un importante alleato dell'Occidente nella regione, in particolare nella lotta contro lo "Stato Islamico" e nel controllo del flusso di profughi siriani, inoltre autorizza a condurre operazioni di intelligence dal suo territorio ed ospita nella base di Incirlik le truppe della NATO.
"Nonostante gli interessi strategici di Ankara da una parte e di Washington e Bruxelles d'altra non sempre siano coincisi, l'appoggio diretto ad un colpo di stato contro un governo democraticamente eletto sarebbe stato in contrasto con i valori che difendono sia gli Stati Uniti che l'Unione Europea. Tuttavia è ovvio che se Erdogan continuerà a rafforzare il suo potere si porrà la domanda: è meglio sostenere un colpo di stato militare antidemocratico o un leader sempre più antidemocratico col passare dei giorni? Questa situazione si è già realizzata in Egitto nel 2013, quando è stato deposto l'islamista Mohammed Morsi e al suo posto ha preso il potere al-Sisi," — ha ricordato l'analista.

==============

Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ non esiste un problema palestinese che non sia, anche, un problema islamico perché per sharia il mondo è tutto loro, infatti sono nazisti, senza reciprocità, senza diritti umani e senza libertà di religione.. è una LEGA ARABA stato teocratico fondamentalista intollerante, quindi abbiamo cittadini discriminati su base sessuale e su base religiosa!
Elio Sardone ·
Perchè il maledetto palestinese non è stato ucciso?

Marco Rosato
perchè alle persone civili piace rispettare le leggi e lasciano queste fantasie agli incivili ;)
Andrea Il Messia Regazzo · Lavora presso Poeti maledetti
In modo che possa riprovarci in futuro forse

Emerico Soladue
questi sono "il popolo" che bambolina bella DI MAIO vuol riconoscere come stato
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/07/17/gerusalemme-sventato-attacco-linea-tram_7702bf13-c290-44aa-bc1f-8df9e73ccab8.html
======================
Gianfranco Soncini
E' INIZIATA "ARMAGHEDON", LA GUERRA FINALE CONDOTTA SUL WEB, TRA LE FORZE DEL BENE E QUELLE DELL'ABOMINIO, PROFETIZZATA DALLA BIBBIA.
- Abominio dei perfidi comunisti che in Italia hanno fatto abrogare la Monarchia con l’inganno, portandoci verso l’abisso della miseria e della schiavitù, proprio in bocca a quei mussulmani che la Chiesa ha combattuto per secoli, e che ora una manica di idioti al governo li va pure a cercare!
- Abominio negli ospedali pubblici, dove ogni anno vengono sterminati decine di migliaia di figli non ancora nati, sostituibili poi con i figli degli invasori dell’ISLAM.
- Abominio nella concezione spirituale della donna, che si crede come l’uomo, pur sapendo che l’uomo è il loro capo e anche capo della famiglia.
- Abominio nella famiglia, dove la donna emancipata dalle forze di sinistra, 3 volte su 4 si ribella a suo marito, anche perché l’uomo non è più il capo-famiglia, mentre l’adulterio non è più punibile.
- Abominio della sacralità del matrimonio, perché ora i gay, che non sono dei diversi, si possono sposare con diritto alla reversibilità della pensione, a spese dello Stato già fortemente indebitato: i sodomiti Dio li ha affogati col diluvio universale, poi visto che continuavano nel loro abominio contro natura li ha carbonizzati col fuoco disceso dal cielo, quindi con il Vesuvio ha fatto piazza pulita di Ercolano e Pompei, dove i romani praticavano i loro depravati vizi. Infine in tempi recentissimi ha sterminato quasi 300.000 del sud est asiatico, dove si praticava la pedofilia turistica.
- Abominio nei giovani senza più principi né valori, che si distruggono, sia con le droghe, sia con gli alcolici nelle discoteche.
- Abominio nelle scuole, dove gli insegnanti formati durante la rivoluzione progressista sinistroide, non insegnano più i veri valori, anzi glieli danno sbagliati, anche perché molti genitori sprovveduti vogliono proprio quello.
- Abominio nella magistratura, divisa legalmente in correnti politiche.
- Abominio nei partiti, che rubano a piene mani, facendosi poi stipendi 10-30 volte superiori alle retribuzioni normali dei lavoratori, che non riescono neppure a mantenere la famiglia senza l’aiuto dei loro famigliari.
- Abominio nei sindacati asserviti alle forze politiche di sinistra, per poi distruggere le industrie, quindi l’avvenire dei giovani.
- Abominio nella politica mondiale, dove conta solo il denaro, ma non i valori veri della convivenza umana.
- Abominio nelle forze armate, polizia compresa, perché il compito della donna consiste nell’allevare figli, curare la famiglia e l’uomo, ma non di combattere.
- Abominio nella Chiesa di Cristo, dove il clero non può sposarsi, spalancando così le porte alla scandalosa omosessualità e alla pedofilia, e dove in vaticano si cerca il prestigio, la carriera e il lusso, similmente ai principi rinascimentali.
- Abominio al vertice della Chiesa, dove un Papa più vicino all’uomo che a Dio, si è allontanato dalla Chiesa tradizionale, con tutte le conseguenze che si faranno sentire per decine e decine di anni.

- Ora un km di autostrada costa il doppio della Francia e il triplo della Germania.
- Ora gli stipendi dei dirigenti pubblici sono il triplo degli omologi esteri.
- Ci sono aziende partecipate con solo il consiglio di amministrazione, senza dipendenti !
- IL numero di parlamentari, che si fanno chiamare "onorevoli", sono il doppio degli USA !
- Un documentarista del Parlamento è retribuito con € 422.000, esattamente € 50.000 più del presidente degli Stati Uniti d’America.
- Opere non realizzate o incompiute, pur avendo i finanziamenti assegnati, per incapacità gestionale, pigrizia, mafie fuse nello Stato e corruzione ovunque diffusa..

Complimenti democrazia, complimenti sinistra uscita da quei geni dell’illuminismo francese!
- Avete distrutto la Famiglia, lo Stato e l'avvenire dei Figli, ora in forte calo demografico, facendovi inoltre chiamare "Progressisti" dal popolo, e "Onorevoli" in parlamento, mentre questo popolo ingannato vi batte le mani nei comizi, perché i valori maledetti della Democrazia li avete inculcati nelle coscienze dei giovani, dei meno giovani e degli anziani.
- Avete battuto il diavolo alla grande, che in confronto a voi, è uno sprovveduto, un ridicolo apprendista alle prime armi.
- Fra non molto anche Wikipedia e la Treccani si dovranno adeguare, sostituendo la parola "Diabolico" con la parola "Democratico", “Regresso” con “Progresso”, "Disonorevole" con "Onorevole".
- Quanto esposto, per i terribili fatti che si sono verificati in tempi ravvicinati, e si verificheranno ancora in tempi sempre più vicini fino a toccarsi, evidenzia chiaramente che è arrivato “Armaghedon” profetizzato dalla Bibbia oltre 2.000 anni fa.
Ora si deve scegliere: o salvati o dannati!
Tertium non datur (La terza soluzione non esiste).

Gianfranco Soncini
IL RAZZISMO E’ SOLO UNA INVENZIONE DEI NAZISTI, CHE GLI SPROVVEDUTI HANNO BEVUTO SUBITO.
Ecco allora 4 esempi chiarificatori:
1° esempio: se in un recinto mettete dei somari, dei cavalli, delle capre, delle galline e dei conigli, constaterete che normalmente quegli animali si uniscono secondo la loro specie, sia per pascolare sia per dormire.
2° esempio: se all'inizio dell'anno scolastico in una numerosa classe di scolari mettete assieme maschi e femmine, con intelligenza e interessi diversi, lasciandoli liberi di scegliersi il posto a loro più congegnale, normalmente constaterete che dove c'è un somaro c'è un altro somaro, dove c'è un bravo c'è un altro bravo, dove c'è una femmina c'è un'altra femmina, dove c'è un maschio c'è un altro maschio, dove c'è un maschio effemminato c'è una femmina.
3° esempio: se in un campo da gioco ci sono scolari, maschi e femmine, che devono fare un gioco di squadra tutti assieme, vedrete che dopo qualche minuto le femmine si staccheranno dai maschi, perché con loro non c’è accordo durante il gioco, essendo diverse le loro caratteristiche fisiche e intellettive.
4° esempio: cosa succede se si unisce una classe maschile di ragazzi adulti con un’altra classe di ragazze, se tra loro non si conoscono?
Si formeranno logicamente 3 ordini naturali: nel 1° ordine si stabilisce la relazione di coppia, per cui i ragazzi a due a due si separeranno dagli altri; nel 2° ordine andranno solo i maschi, mentre nel 3° ordine andranno solo le femmine.
Sono forse razzisti gli animali, gli scolari, i ragazzi?
Anche un idiota capisce che gli esseri viventi si dispongono naturalmente secondo similarità, per cui se sono costretti a convivere assieme nasceranno disaccordi evidenti.
A causa dell’adattamento ambientale, i bianchi hanno sviluppato una maggiore intelligenza rispetto gli afro-americani, che si manifesta con evidenti contrasti di vita e ordine sociale, che però non sono razziali, così come ci hanno fatto intendere i sinistroidi.
Sicuramente c’è un maggior odio tra i partiti, definiti democratici, ma solo a parole.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/07/17/spari-contro-la-polizia-a-baton-rouge-agenti-uccisi_d0fe576a-58d6-43ce-92cd-7187d0904a01.html?fb_comment_id=1232092793491959_1232504053450833&comment_id=1232110770156828&reply_comment_id=1232504053450833#f3346a3bad8e404

==============
You are dhimmi in sharia law [ tutti quelli che pensano che Erdogan ha comprato il petrolio da ISIS? SONO TUTTI TRADITORI! ] tutti quelli che non vanno tutti i giorni in Moschea a pregare? SONO TUTTI TRADITORI! tutti quelli che pensato che Erdogan ha sostenuto il terrorismo islamico in siria? SONO TUTTI TRADITORI!
tutti quelli che vogliono lo Stato Laico? SONO TUTTI TRADITORI! Tutti quelli che criticano Maometto? SONO TUTTI TRADITORI!
tutti quelli che criticano la sharia? SONO TUTTI TRADITORI! tutti quelli che parlano di diritti umani e di libertà di religione? SONO TUTTI TRADITORI! http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/spari-davanti-tribunale-ankara_331f90d8-8ac4-42f6-be47-02f91d93b5d9.html


Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] tutti quelli che non vanno tutti i giorni in Moschea a pregare? SONO TUTTI TRADITORI!
tutti quelli che vogliono lo Stato Laico? SONO TUTTI TRADITORI! Tutti quelli che criticano Maometto? SONO TUTTI TRADITORI!
tutti quelli che criticano la sharia? SONO TUTTI TRADITORI! tutti quelli che parlano di diritti umani e di libertà di religione? SONO TUTTI TRADITORI! ISTANBUL, 18 LUG - Dopo militari e giudici, le purghe per il golpe fallito in Turchia coinvolgono la polizia. Un totale di 7.850 agenti in tutto il Paese sono stati sospesi dai loro compiti la scorsa notte e costretti a riconsegnare armi e distintivi. La decisione, cui potrebbero seguire arresti, è stata comunicata ai dipartimenti locali dal capo della polizia, Mehmet Celalettin Lekesiz. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/turchia-sospesi-7.850-agenti-di-polizia_b262ffff-db66-4d00-8a67-af48bdb4731a.html

=================

You are dhimmi in sharia law ] [ tutti quelli che hanno detto ERDOGAN è un tiranno? sono tutti traditori! tutti quelli che pensano che Erdogan ha comprato il petrolio da ISIS? SONO TUTTI TRADITORI! ] tutti quelli che non vanno tutti i giorni in Moschea a pregare? SONO TUTTI TRADITORI! tutti quelli che pensato che Erdogan ha sostenuto il terrorismo islamico in siria? SONO TUTTI TRADITORI!
tutti quelli che vogliono lo Stato Laico? SONO TUTTI TRADITORI! Tutti quelli che criticano Maometto? SONO TUTTI TRADITORI!
tutti quelli che criticano la sharia? SONO TUTTI TRADITORI! tutti quelli che parlano di diritti umani e di libertà di religione? SONO TUTTI TRADITORI! ISTANBUL, 18 LUG - Le autorità turche hanno sospeso 30 prefetti su 81 nell'ambito delle purghe dopo il fallito golpe. In totale, i dipendenti del ministero dell'Interno sollevati dai loro incarichi sono 8.777, di cui - oltre ai prefetti - 7.899 poliziotti, 614 gendarmi e 47 governatori di distretti provinciali.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/turchia-sospesi-30-prefetti-su-81_5fe89c96-2d37-41ae-843f-74949c792ac7.html

=====================
 [ You are dhimmi in sharia law ] aut aut su pena morte: OK! però finanziare il terrorismo islamico jihadista? si può fare ancora! Turchia: Germania, aut aut su pena morte Portavoce Merkel, se viene reintrodotta stop a negoziati con Ue.
Gianfranco Soncini
CON QUESTA ABOMINEVOLE DEMOCRAZIA SINISTROIDE, ARRAFFONA, SENZA ONORE, ABORTISTA, PACIFISTA, ARRENDEVOLE, VILE, FINIREMO TUTTI IN MISERIA E SCHIAVI DELL’ISLAM. Mentre gli invasori dell’ISLAM crescono a vista d’occhio a nostre spese, noi caliamo rapidamente perché ogni anno negli ospedali pubblici vengono sterminati decine di migliaia di figli di italiani, anche a causa delle grandi difficoltà economiche crescenti per le famiglie, mentre lo Stato preferisce aiutare i migranti assegnandogli 35 euro cadauno al giorno, piuttosto che innalzare adeguatamente gli assegni famigliari delle famiglie italiane, facendogli anche pagare una retta insostenibile nelle scuole materne, che però i figli dei migranti non pagano.
La pace non è sicuramente quella falsa quiete che gli uomini costruiscono per il quieto vivere, o mancanza di volontà, o di forza morale, o di passiva rassegnazione alla mediocrità.
Il popolo quindi dovrebbe essere armato quanto basta per difendersi e non disarmato, anche perché lo Stato non fa più lo Stato.
Dopo aver abolito la pena capitale la stragrande maggioranza dei furti e delle violenze rimangono impunite, mentre i politici continuano a rubano a piene mani, ingannando i soliti gonzi, che nei comizi o nei dibattiti TV gli battono pure le mani.
AL RIGUARDO LEGGETE COSA HA DETTO GESU’ CRISTO:
(Luca 22,36) “Chi non ha una spada venda il mantello e ne compri una!"
(Matteo 26,52) “Chi di spada ferisce di spada perisce”
(Matteo 10,34) "Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra: sono venuto a portare non pace, ma spada!".
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/18/turchia-germania-aut-aut-su-pena-morte_502b1062-3646-4b07-956e-aa9be86d1fa1.html

You are dhimmi in sharia law ] [ se: 1. non verrà restituita da Rothschild la sovranità monetaria ai popoli schiavizzati, se: 2. non verrà condannata la sharia per lasciare spazio allo Stato teocratico laico, se: 3. non verrà onorata la legge naturale ponendo fine al satanismo darwin religione Gender ideologia? tutto il genere umano finirà in tragedia! Iraq: Sadr, truppe americane sono target
L'avvertimento del leader sciita in vista rafforzamento truppe
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/07/18/iraq-sadr-truppe-americane-sono-target_6635a5a7-b747-463b-8cdf-2e055e9cdcf7.html

===================

La quasi impossibile battaglia suprema del cristiano nell’attuale III Guerra Mondiale. L'indizio che stiamo perdendo la guerra è chiaro: basta verificare se stiamo rispettando l'ordine più sorprendente del nostro Comandante. Tutti i secoli precedenti al nostro sono stati portatori di morte. In tutti i secoli ci sono state guerre fratricide abominevoli, e tutte, senza eccezione, sono state dovute a motivi decisamente stupidi.
Una guerra non può non essere stupida. Anche se molte di esse derivano da una reazione di legittima difesa, questa difesa è sempre contro un’aggressione iniziale profondamente stupida.
La stupidità assassina dei nostri tempi si manifesta ancora in guerre fratricide dello stesso tipo di quelle che si verificavano all’alba della cosiddetta “civiltà”, ma quest’epoca ci presenta una forma di stupidità assassina che supera tutte le altre per codardia. In una guerra “convenzionale”, le persone interessate sanno almeno chi sono i loro nemici. Nell’attuale III Guerra Mondiale, che come ha detto saggiamente papa Francesco stiamo già combattendo “a pezzetti”, non possiamo nemmeno identificare i nemici presenti tra noi.
I terroristi non indossano un’uniforme. Non hanno alcuna “etica di guerra giusta”. Non risparmiano non solo donne e bambini, ma neanche i propri concittadini e i propri correligionari. Sono l’esercito della suprema codardia, una legione camuffata in mezzo agli eserciti della stupidità.
La legittima difesa non solo permette, ma obbliga le vittime innocenti a difendersi. La nostra difesa, però, non può essere stupida quanto le aggressioni. È vero che per difenderci siamo costretti a usare metodi compatibili con quelli dell’aggressore, il che implica, purtroppo, l’uso di armi, ma questi metodi non possono essere gli unici.
Se di fatto siamo cristiani come diciamo, non possiamo neanche pensare di essere sconfitti nella grande e suprema battaglia in cui questo tipo di terrorismo codardo desidera sconfiggerci maggiormente: la battaglia della fede.
E questo ci pone davanti alla lotta più difficile che possiamo intraprendere in una guerra stupida e codarda: quella contro la nostra tendenza umana ad abbassarci al livello del nemico stupido e codardo.
L’indizio che stiamo perdendo la guerra è chiaro: basta verificare se stiamo rispettando l’ordine più sorprendente del nostro Comandante.
“Amate i vostri nemici. Fate del bene a quelli che vi perseguitano. Perdonate settanta volte sette”.
Quale battaglia può essere più difficile di questa?
Sì, preghiamo per Nizza, come preghiamo per Istanbul, Orlando, Parigi, Bruxelles, Boston, Madrid, New York, per la Nigeria e per il Pakistan, per la Siria e per l’Iraq, per la Libia e per il Kenya e per ogni pezzo del nostro mondo macchiato dal sangue innocente versato da profeti del terrore, della stupidità e della codardia. Sì, preghiamo per i feriti, per i morti, per le loro famiglie e per le persone che hanno una missione di leadership – che sembrano non sapere cosa fare di fronte all’assurda sfida di combattere un nemico invisibile che attacca nell’ombra.
Sì, preghiamo per noi stessi, per non perdere la fede, per non perdere il cuore, per non desistere dal difendere la Verità del messaggio di Cristo: Cristo stesso, che è Via, Verità e Vita.
E non siamo codardi davanti alla più difficile e alla più cristiana di tutte le preghiere che siamo chiamati da Cristo a recitare.
Preghiamo per i nemici. Preghiamo per i terroristi. Preghiamo perché conoscano la Verità e siano finalmente liberati da questa.
Se non rispettiamo questo ordine del nostro Comandante, abbiamo già perso non solo questa battaglia, ma tutta la guerra.
http://it.aleteia.org/2016/07/18/battaglia-suprema-cristiano-terza-guerra-mondiale/2/
===============
=======================

La guerra in Iraq e la profezia di san Giovanni Paolo II. Il Rapporto Chilcot ha messo in luce l’assurdità del conflitto per abbattere Saddam Hussein che ha trasformato il Paese in una sentina di terroristi. Nel gennaio 2003, durante una colazione di lavoro con alcuni vaticanisti presso la nunziatura in Italia, l’allora Segretario di Stato Angelo Sodano decise di rispondere ad alcune domande sull’ormai imminente guerra anglo-americana contro l’Iraq di Saddam Hussein. «Lo diciamo ai nostri amici americani: vi conviene irritare un miliardo di musulmani e rischiare di avere per decenni l’ostilità del mondo islamico?». Parole sensate, di un diplomatico che sapeva guardare non tanto alla capacità di ottenere una rapida vittoria militare, quanto piuttosto al futuro di quel Paese. Con la diplomazia della Santa Sede e il suo personale carisma, l’anziano e malato Giovanni Paolo II aveva cercato di dissuadere da questa «avventura senza ritorno», che si è purtroppo rivelata davvero tale.
Papa Wojtyla aveva incontrato molti leader e capi di governo. Aveva inviato il cardinale Roger Etchegaray a parlare con Saddam e il cardinale Pio Laghi a parlare con George Bush jr. tentando di evitare il conflitto. La logica della «guerra preventiva» aveva prevalso contro tutto, sebbene le informazioni dell’intelligence sulle armi di distruzione di massa si riveleranno false.
Tutto ciò viene ora confermato dal Rapporto Chilcot, redatto da una commissione del Governo inglese, dal quale si evince che l’allora premier Tony Blair, come Bush, volle fare quella guerra a tutti i costi, ignorando le possibilità alternative. Quelle possibilità sulle quali insisteva con particolare forza proprio la diplomazia pontificia, convinta a ragione che non tutte le vie fossero state percorse. La guerra, si sa, va vinta prima con la propaganda. E di propaganda si trattò, con le menzogne sulle armi di distruzione di massa e i terribili agenti chimici che non vennero mai trovati. Vennero ignorati gli avvertimenti sulle conseguenze che la guerra avrebbe potuto avere, non ultimo proprio quella di far sprofondare il Paese nel caos lasciandolo in preda del terrorismo islamista. Centinaia di migliaia di civili vennero uccisi da bombe poco intelligenti, un conflitto le cui conseguenze tutto il Medio Oriente e il mondo paga ancora oggi. Giovanni Paolo II non aveva la forza politica per far prevalere il buon senso. L’unica possibilità era quella di mobilitare l’opinione pubblica proponendo gesti di pace alla portata di ogni persona, come il digiuno e la preghiera. E quando ormai la guerra apparve irreversibile, Wojtyla aveva annunciato per il 5 marzo una giornata di preghiera e di digiuno per la pace in Medio Oriente, un invito raccolto dall’intera opinione pubblica mondiale. Domenica 16 marzo, affacciandosi per l’Angelus, Giovanni Paolo II aveva detto: «Di fronte alle tremende conseguenze che un’operazione militare internazionale avrebbe per le popolazioni dell’Iraq e per l’equilibrio dell’intera regione del Medio Oriente, già tanto provata, nonché per gli estremismi che potrebbero derivarne, dico a tutti: c’è ancora tempo per negoziare; c’è ancora tempo per la pace; non è mai troppo tardi per comprendersi e per continuare a trattare». Wojtyla aveva lanciato due moniti alle parti in causa: «I responsabili politici di Baghdad hanno l’urgente dovere di collaborare pienamente con la comunità internazionale, per eliminare ogni motivo d’intervento armato. A loro è rivolto il mio pressante appello: le sorti dei loro concittadini abbiano sempre la priorità!». Mentre agli Stati Uniti, all’Inghilterra ed alla Spagna aveva ricordato, senza nominarli espressamente, «che l’uso della forza rappresenta l’ultimo ricorso, dopo aver esaurito ogni altra soluzione pacifica, secondo i ben noti principi della stessa Carta dell’ONU».
Poi l’anziano Papa aveva improvvisato, aggiungendo alcune accorate parole: «Io appartengo a quella generazione che ha vissuto la seconda Guerra Mondiale ed è sopravvissuta. Ho il dovere di dire a tutti i giovani, a quelli più giovani di me, che non hanno avuto quest’esperienza: “Mai più la guerra!”, come disse Paolo VI nella sua prima visita alle Nazioni Unite. Dobbiamo fare tutto il possibile! Sappiamo bene che non è possibile la pace ad ogni costo. Ma sappiamo tutti quanto è grande questa responsabilità. E quindi preghiera e penitenza!».
Bisognava ascoltare di più la voce di quel vecchio testimone degli orrori del Novecento nella sua martoriata Polonia, invece di fare una guerra sulla base di menzogne, senza la copertura dell’Onu e senza pensare al dopoguerra.Bisognava ascoltare di più la voce dei cristiani dell’Iraq, sbeffeggiati e bollati come «pacifisti» al soldo di Saddam anche da alcuni media cattolici sempre pronti a indossare l’elmetto. «Quando riusciamo a far sentire la nostra voce» diceva il vescovo irakeno Shlemon Warduni, «cerchiamo di far capire che in Occidente si sa poco dell’Iraq e delle sue dinamiche. Intervenire sulla base di conoscenze così scarse, o addirittura sulla base di convinzioni errate, può portare a un colossale disastro. L’embargo ha già fatto danni enormi, i giovani migliori, quelli in gamba e preparati, se ne sono andati, e il resto della popolazione è impoverito. Si parla tanto delle armi, è giusto, ma perché sono pericolose solo quelle dell’Iraq?». In un libro-intervista intitolato «Dio non vuole la guerra in Iraq» Warduni ricordava: «Appena proviamo a dire che la guerra non è la soluzione, subito ci gridano contro: ecco, quelli stanno con Saddam, sono suoi complici».
Non erano «complici», erano soltanto realisti, per nulla ammaliati dalle sirene interessate sulla «democrazia da esportare». Avevano capito a che cosa si sarebbe andati incontro destabilizzando l’intera regione e corroborando il fondamentalismo e il terrorismo, come puntualmente accaduto. E a noi non fanno ormai più effetto le autobomba quasi quotidiane, che continuano a mietere vittime innocenti meritando poche righe in cronaca, tredici anni dopo quella guerra-lampo che aveva «liberato» il Paese dall’odioso dittatore Saddam.
http://it.aleteia.org/2016/07/08/guerra-iraq-profezia-san-giovanni-paolo-ii/2/
====================
Putin esorta a pregare per i piloti russi uccisi in Siria. 18.07.2016 Nella sua visita in Carelia il presidente russo VladimiR Putin ha assistito a una messa al Monastero di Valaam dove ha parlato dei piloti russi uccisi in Siria. Putin esorta a pregare per i piloti russi uccisi in Siria
 Nella sua visita in Carelia il presidente russo Vladimir Putin ha assistito a una messa al Monastero di Valaam dove ha parlato dei piloti russi uccisi in Siria. Il presidente ha parlato dei due piloti uccisi che "hanno sacrificato le loro vite per lasciarci sentire sicuri, andare avanti, consolidare la sicurezza della nostra Patria". Ha chiesto di non dimenticare queste persone e pregare per loro.

============
    13:56 Comitato Olimpico russo accusa la Wada di complotto
    13:27 Turchia-Ue, Kurz: ripristinare pena di morte è idea “inaccettabile”
    12:58 Terrorismo, Lega: Coinvolgere Siria e Russia nella lotta, via sanzioni Ue
    12:46 Yemen, attacco terroristico ad al-Mukalla: almeno 9 morti
    12:34 Turchia, Mogherini: urge impegno per garantire stato di diritto

================

Comitato Olimpico russo accusa la Wada di complotto. 18.07.2016 URL abbreviato 01400. In una lettera al numero uno del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) Thomas Bach, il presidente del Comitato Olimpico Russo Alexander Zhukov ha accusato l'agenzia anti-doping internazionale WADA di un complotto pianificato contro gli atleti russi, segnala il "Kommersant". "Il Comitato Olimpico Russo è estremamente deluso dalle azioni delle agenzia anti-doping di Stati Uniti e Canada a sostegno del presidente della commissione atleti presso la WADA Becky Scott, che ha chiesto al CIO di escludere in toto la squadra olimpica russa dai Giochi di Rio de Janeiro", — è scritto nella lettera di Zhukov. Secondo Zhukov, l'inchiesta dell'agenzia WADA contro gli atleti russi si basa sulle informazioni ricevute dalla commissione d'inchiesta indipendente guidata da Richard McLaren.
"Come fanno queste organizzazioni a conoscere in anticipo le conclusioni del rapporto prima che venga formalmente presentato? La situazione desta serie preoccupazioni all'OKR, dal momento che è messa in discussione l'integrità e l'indipendenza del dossier," — ha detto Zhukov.
Il presidente del Comitato Olimpico russo ritiene che la vicenda anti-doping "fa parte di una campagna ben pianificata e di parte", che mira ad escludere gli atleti russi dai Giochi Olimpici del 2016. Oggi la commissione indipendente del WADA guidata dall'avvocato canadese Richard McLaren presenterà il dossier sull'inchiesta di doping e frode sportiva alle Olimpiadi di Sochi del 2014.

====================

Nizza: l’Occidente è in guerra con sé stesso. 18.07.2016 Da un popolo come quello francese mi sarei aspettato uno scatto d’orgoglio ben più forte di quello espresso da Hollande nel suo discorso alla nazione, pronunciato nella notte dell’eccidio di Nizza.
Le parole del Presidente sono apparse rassegnate e dimesse, ricalcando in gran parte il tenore di quelle dette in occasione dei precedenti attentati che avevano scosso la Francia: Lo stato di emergenza che doveva terminare il 26 luglio sarà prolungato di tre mesi.
Così, ancora una volta i transalpini si aggrappano al feticcio delle misure ferree e della limitazione delle libertà personali, dimenticando che questi strumenti non hanno finora prodotto risultati, visto che stiamo piangendo l'ennesimo spargimento di sangue innocente. Ci chiediamo anzittutto perché si continui a far finta di non capire che il nemico ormai è in casa e che è necessario rivedere totalmente la politica estera dell'Unione Europea e della comunità internazionale.
[ Nicolas Sarkozy Terrorismo, Sarkozy: misure di contrasto finora “insufficienti” ] Di fronte all'ennesima sconfitta delle intelligence europee, ci si attendeva un cambio di rotta da parte di Hollande. Ad esempio, perché non si parla di un giro di vite sui produttori e sui trafficanti d'armi, i quali invece in questi mesi  di "misure straordinarie" non sono mai stati toccati? Beh, la risposta è fin troppo semplice: i primi sono lobbisti che finanziano le campagne elettorali dei partiti di mezzo mondo, mentre i secondi rimangono degli "intoccabili conosciuti" perché spesso fanno gli affari sporchi con e per conto dei servizi segreti (più o meno deviati) e magari anche dei Governi di tutto il globo: alla faccia degli appelli alla pace declamati dai leader dei Paesi "democratici e civili".
Mi si permetta un po' di cinismo: è certo molto toccante e coreografico vedere il corpo, nascosto da un lenzuolo, di una bambina riverso sull'asfalto di Nizza con accanto una bambola. Ma le centinaia di bambini che muoiono nelle strade libiche, siriane, irachene sono meno importanti? Forse sì, perché spesso questi innocenti cadono sotto i colpi delle armi dei nostri eserciti, impegnati a portare la pace dove nessuno l'aveva chiesta.
Sarebbe poi utile se Hollande aprisse finalmente una discussione seria sull'interventismo, che in passato si aveva la decenza e la coerenza di chiamare col suo vero nome, cioè "colonialismo": negli ultimi decenni  ha caratterizzato la politica estera occidentale nei confronti del Medioriente e ormai — non sfugge più a nessuno — si fa scudo dell'esportazione di democrazia per raggiungere i suoi biechi fini economici (e dei cui risultati, evidentemente, beneficia solo una ristretta élite, perché i dati sulla povertà sono in continuo aumento nell'Europa Occidentale).
[ Migranti in Europa/ Alkis Konstantinidis Basta migranti! Si può dire che non ne possiamo più? ] E certamente sarebbe anche importante mettere fine alla parola integrazione, se utilizzata come fine a sé stessa: perché l'integrazione esiste soltanto quando ci sono due soggetti che si riconoscono reciprocamente come detentori di pari diritti. Purtroppo così non è: a differenza di quanto predicano i vari Hollande, Renzi, Obama o Merkel, questo pensiero non è condiviso né dagli integralisti islamici e nemmeno da un'intera comunità la quale si considera superiore alle altre.
[ Dopo l'attentato a Nizza È ora di combattere il terrorismo, l’Europa alleata alla Russia ] Oggi l'Europa e l'Occidente sono in guerra, ma non contro il Daesh o gli altri gruppi terroristici: contro sé stessi. A Nizza, sotto le ruote del "camion kamikaze" sono finiti 84 sfortunati e insieme a loro anche l'idea di solidarietà, integrazione, inclusione e immigrazione (incontrollata). Ad ogni scoppio di bomba nelle nostre piazze, nei nostri locali pubblici, nei nostri aeroporti più delle macerie materiali fanno male quelle morali di una civiltà che ha perso il contatto con i propri valori fondanti. Il rischio ormai acclarato è che l'intero Occidente degradi in un mondo fatto di nichilismo e relativismo, dove qualunque minoranza organizzata riesce ad avere sempre ragione. D'altra parte è proprio ciò che si insegna oggi nelle scuole europee e americane, dove si ha paura di parlare di valori e di identità perchè si rischia di essere tacciati come non politically correct o addirittura sciovinisti. Da anni ci spingono un po' con le buon un po' con le cattive a rinunciatre al nostro "io", per poter essere finalmente "globali" e per dimenticare che è la specificità di ognuno di noi a rendere ricca l'umanità. In un contesto del genere i nostri avversari — mostri spesso creati da noi governanti per destabilizzare dittatori non abbastanza compiacenti — avranno sempre il sopravvento: con buona pace di chi, al sicuro nei palazzi del potere, schiaccia i bottoni e tira i fili delle marionette per raggiungere i propri scopi.
==============
Il golpe di Ankara. 18.07.2016 la realtà si stia muovendo rapida in questi giorni è un dato di fatto sotto gli occhi di tutti: la strage terroristica di Nizza, operata da un codardo senza onore che ha falciato più di ottanta persone con un camion lanciato a folle velocità,è diventata ora una seconda notizia, soppiantata dal tentato e subito fallito colpo di stato in Turchia.
 Turchia, arrestate 6.000 persone. Erdogan: “Pulizia nelle istituzioni”
Recep Tayyip Erdoğan è ancora al suo posto, con nostro disappunto. Per nostra ulteriore sfortuna, sta consolidando il suo potere scatenando contro i suoi oppositori una purga che è ancora in corso: quando avrà finito, i superstiti saranno troppo deboli e troppo poco numerosi per agire ancora. Resteranno rintanati a leccarsi le ferite, aspettando tempi migliori e sperando nel frattempo di sopravvivere.
Tra coloro che seguono le vicende turche e siriane, vi è il senatore americano Richard Black che ha spiegato il suo punto di vista in una nota diffusa poco dopo l'inizio del colpo di stato:
 Sotto Erdogan, la Turchia è stata il principale alleato dell'ISIS. Una flotta di 2.000 autobotti ha trasportato oltre confine, in Turchia, il petrolio siriano rubato e finanziando così gran parte del libro paga dell'ISIS. Quando la Russia è intervenuta in Siria, ha bombardato la flotta di autobotti, distruggendone 1.500. In risposta, il presidente Erdogan ha ordinato a jet turchi di abbattere un caccia russo, causando una crisi diplomatica dopo che i ribelli appoggiati dai turchi ne avevano ucciso il pilota, mentre quest'ultimo stava scendendo con il paracadute dopo essersi lanciato. Erdogan è stato uno dei più grandi sostenitori del mondo del terrorismo. Assieme ai sauditi, ha creato l' "Esercito di Conquista", centrato attorno al-Qaeda, l'organizzazione che ha ordito gli attacchi alle Torri Gemelle e al Pentagono. La Turchia, che è diventato un membro della NATO durante la guerra fredda, è emersa come uno dei principali sponsor del terrorismo. Come il presidente Erdogan ha consolidato i suoi poteri, ha anche imprigionato generali, pubblici ministeri, giudici e giornalisti. Diversi mesi fa, ha preso il controllo del più importante giornale della Turchia e lo ha trasformato in un organo di propaganda sotto il suo controllo. In caso di successo, il colpo di stato militare in Turchia sarebbe una buona notizia per la causa della pace nel mondo. Dal 1925, la Turchia opera sotto una costituzione moderna che l'ha mantenuto laica ed ha soppresso l'Islam radicale. La sua conversione in uno stato islamico sotto Erdogan ha provocato un mare di sangue attraverso i confini della Turchia in Siria e in Iraq. Possiamo solo pregare che l'esercito turco riesca a spodestare il presidente Erdogan, che ha affermato voler acquisire poteri simili a quelli di Adolf Hitler. Purtroppo le preghiere non sono state sufficienti ed Erdogan permane nella sua carica di Presidente della Turchia.
Con il senno di poi è facile essere strateghi, scrivere opinioni ed emettere giudizi osservando le cose al sicuro dal salotto di casa propria, lontani mille miglia dai luoghi in cui i fatti accadono e tuttavia alcuni fatti sono oggettivi. I congiurati erano troppo pochi e non godevano dell'appoggio del resto delle forze armate e tanto meno di quello della popolazione. [ Sede del giornale Zaman In Turchia la libertà di stampa è spirata ] [ Perfino i giornalisti della TV di Stato hanno reagito contro i militari golpisti: questo a dire quanto gli insorti fossero pochi e troppo poco convinti del loro ruolo. Sia i militari che il popolo, almeno ad Istanbul, si sono schierati apertamente con Erdogan segno che quest'ultimo ha saputo creare una rete di consensi che si basa non solo su favoritismi e corruzione ma anche su un sentimento profondo che molto probabilmente affonda le radici nel passato imperiale della Turchia. E' trascorso a mala pena un secolo dalla cacciata dell'ultimo sultano turco ed il ricordo di una Turchia imperiale, forte ed autorevole a livello internazionale sicuramente permane nel sentire collettivo della popolazione. Poco importa quindi che in alcune zone del Paese Erdogan sia inviso e detestato. Ai turchi piace Erdogan.
[ Fethullah Gülen accusa Erdogan: tentato golpe in Turchia una messa in scena del governo ]
Chi ha organizzato il golpe? Non la Russia di Putin. E' stata una cosa organizzata a Washington con l'intento di liberarsi di uno che viene oramai visto come una promessa mancata: l'amministrazione Obama è stata molto prudente nel commentare l'inizio del golpe e clamorosamente tiepida nel commentare il suo fallimento. Promessa mancata ma anche pedina impazzita (dal punto di vista americano) che persegue non solo il piano neocon di dominio globale ma anche un proprio piano personale di restaurazione neo-ottomana. Erdogan vuole entrare nella Storia. E allontanato il pericolo immediato si è anche permesso di mettere sotto assedio Incirlik e farvi arrestare un generale turco che ha collaborato al golpe. Incirlik, base aerea americana NATO come le sue 60 bombe atomiche che ospita. Erdogan non è certo uno che scherza e le manda a dire.
 [ Pushkov: il tentato golpe ha rafforzato il potere di Erdogan ] Lamentarsi della crudeltà riservata ai golpisti che si sono arresi significa non ricordare con chi si ha a che fare: Erdogan è figlio della Turchia, intriso della sua autoritaria cultura giuridica e sociale, non è solo un ex teppistello da strada passato alla politica come ben ci ricorda Thierry Meyssan. D'altra parte, Hugo Chavez Frias mostrò umanità e decoro nel trattare con i golpisti che volevano ammazzarlo e non per questo fu meglio considerato da Washington per averli risparmiati dopo aver fatto fallire i piani americani. Con questo non voglio svilire la grandezza del comandante Chavez che è un gigante paragonato ad Erdogan ma voglio introdurre un'altra idea.
 [ Cosa ci dice il (fallito) golpe in Turchia ] Perché il golpe è fallito? Temo che a Washington ci sia da anni un buco nero dell'intelligenza e, dal mio punto di vista, anche di quel minimo necessario di umanità che è altrettanto necessario quando si tratta con il resto del mondo. La politica estera è abborracciata su schematismi troppo semplici e basati su principi elementari di causa/effetto, lusinga/intimidazione ed su una totale mancanza di lungimiranza: perché stupirsi di ciò quando si è sempre agito all'insegna della prepotenza? Ma in questo caso gli Stati Uniti non solo hanno fallito ma si sono lasciati trattare come un bullo messo in un angolo. La potenza egemone è stata presa in contropiede da un compare che doveva stare sempre e solo in secondo piano e che invece le ha pure tirato un paio di sberle.
Erdogan è ora un bersaglio? Si. Ma è un bersaglio che sa reagire ed è in posizione di trattare. Sembra che lo stia già facendo con i russi. In politica ci sono sempre strani compagni di letto: potrebbe mettersi d'accordo con i siriani e i curdi o spingere per una recrudescenza della guerra contro la Siria. Le conseguenze di questo golpe mancato si vedranno bene nei prossimi mesi.
 [ Germania: denuncia contro Erdogan per crimini di guerra e contro l’umanità
Dopo aver appreso del fallimento del colpo di Stato ho raggiunto il senatore Black e gli ho chiesto un commento a caldo: quale futuro ora per la Turchia ed il suo presidente?
La risposta è chiara e diretta, nello stile di Richard Black:
Dopo la prima guerra mondiale, il fondatore della Repubblica Turca, Mustafa Ataturk, ha promulgato delle riforme moderne che hanno fornito una eccellente libertà di stampa ed anche libertà religiosa. L'esercito era il protettore di queste libertà costituzionali. Durante la sua carriera, Erdogan ha lavorato a stretto contatto con i Fratelli Musulmani per smantellare la libertà in Turchia. All'inizio come primo ministro, poi da presidente, Erdogan ha imprigionato generali, procuratori, giudici e giornalisti. Diversi mesi fa, ha chiuso il maggiore giornale della Turchia e lo ha riaperto sotto il suo controllo. Erdogan è emerso come un tiranno in pieno controllo del Paese. Nei prossimi mesi, ci aspetta un drammatico cambiamento verso uno stato islamico estremo. Erdogan chiederà ed otterrà poteri simili a quelli di Adolf Hitler. Ha portato il Terzo Reich di Hitler come esempio del tipo di governo che aveva in mente per la Turchia.

Premier dell'Iraq Haider al-Abadi ( Premier Iraq: Turchia sta cercando di rifondare l'Impero Ottomano
Ha licenziato il suo primo ministro Ahmet Davutoglu quando ha resistito alla deriva verso la dittatura. Dopo essere sopravvissuto al tentativo di colpo di stato ha ora raggiunto il suo obiettivo. Per Erdogan, il golpe sarà quello che per Hitler fu l'incendio del Reichstag. Erdogan ha progressivamente potenziato gli estremisti islamici. Ora, accelererà il cambiamento culturale verso un Islam radicale e aumenterà la dipendenza dalla primitiva legge della Sharia. La libertà si spegne. Prevedo un ritorno dell'Impero Ottomano, che è stato a lungo un sogno di Erdogan. Con il pieno dominio sull'esercito, può diventare il califfo del nuovo impero. La Turchia emergerà come una minaccia sia per il modo Occidentale che per quello Orientale. Non è un caso che i cosiddetti "rifugiati siriani" inviati in Europa da parte della Turchia, si siano rivelati per lo più giovani musulmani in età militare, pieni di odio e pronti alla jihad contro la civiltà occidentale. Il colpo di stato militare era una grande minaccia per ISIS e al-Nusra (al Qaeda in Siria). Se il golpe fosse riuscito, sarebbe stata una grave battuta d'arresto per il terrore globale, dal momento che Erdogan è stato, almeno fino a poco tempo fa, un importante sostenitore e un partner commerciale per l'ISIS. Erdogan continuerà la politica della Turchia di essere una base per il terrorismo contro l'Iraq e la Siria e la sua visione del mondo islamico continuerà il ruolo della Turchia come focolaio di terrorismo globale. Qualcosa mi dice che il senatore Black potrebbe avere veramente ragione. Purtroppo.
=======================
18/07/2016 - INDONESIA
Yogyakarta, estremisti islamici bloccano la costruzione di un santuario dedicato alla Madonna
di Mathias Hariyadi

Minacce e intimidazioni contro il leader cattolico Cahyo Binuko, promotore del progetto. Nei mesi scorsi le autorità hanno rilasciato il permesso di costruzione. Fondamentalisti locali vogliono bloccare l’opera accusando i cattolici di “manipolare le menti” degli abitanti dell’area. Pressioni sulle autorità per ottenere la revoca dell’Imb.
===============

 18/07/2016 - TURCHIA Il golpe fallito e il potere di Erdogan: l’inizio di una tragedia
Nuove manifestazioni pro-Erdogan a Istanbul e Ankara. L’esile tentativo di rovesciare il regime non era appoggiato dallo Stato maggiore. Aumentano gli arresti e la possibilità di introduzione della pena di morte. La democrazia turca minacciata dal secolarismo kemalista e dall’islamismo fondamentalista.

18/07/2016 - BAHRAIN
Bahrain: i giudici dissolvono il movimento di opposizione sciita Wefaq e sequestrano i beni
Per il tribunale il gruppo ha fomentato la violenza e incoraggiato la discordia confessionale. Durante il processo gli avvocati della difesa hanno rimesso l’incarico per protesta contro limitazioni e ostacoli. Critiche da Stati Uniti e Onu per la sentenza. Soddisfazione del premier Khalifa ben Salman al-Khalifa: misure essenziali “per preservare la sicurezza e la stabilità”.

18/07/2016 - PAKISTAN: Al bando la televisione del predicatore che ha ispirato i terroristi di Dhaka. Zakir Naik è il fondatore di Peace TV. Egli è un esponente dell’islam salafita e tra i predicatori televisivi più conosciuti. In Pakistan le trasmissioni vanno in onda dal 2009. Gli investigatori della strage di Dhaka hanno ricostruito un legame diretto tra i suoi sermoni e un attentatore.

================
06/07/2016, 08.25

ISLAM
Noi musulmani ipocriti: Daesh ci rappresenta
Kamel Abderrahmani

La sharia “inventata” dagli ulema e insegnata nelle scuole coraniche è la stessa che viene praticata dai militanti dello Stato islamico. La “giurisprudenza religiosa, sorta più di 10 secoli fa” ha “incatenato e arrugginito il nostro cervello e quello dei nostri figli”. È urgente svecchiare la religione musulmana dalle ambiguità legate al passato. La coraggiosa denuncia di un giovane studente musulmano algerino.

Parigi (AsiaNews) – Dopo ogni strage ad opera di Daesh o di qualche terrorista islamico, si apre sempre il balletto delle responsabilità. Mentre fra gli occidentali si accusa in blocco la religione dei musulmani, nel mondo islamico si cerca di allontanare ogni legame fra la violenza e la religione musulmana dicendo subito: “Questo non è l’islam”. È avvenuto lo stesso in questi giorni, dopo le stragi di Istanbul, Baghdad e Dhaka, rivendicate in modo più o meno ufficiale dallo Stato islamico. Proprio dopo questi massacri, ci è giunta questa piccola riflessione da parte di un giovane studente algerino (musulmano) di 27 anni, che vive in Francia. Egli accusa di ipocrisia molto mondo islamico che da una parte dice di rifiutare l’operato di Daesh e dall’altra sogna di applicare nel mondo la sharia. Il giovane autore sottolinea soprattutto la necessità per i musulmani di operare una riforma e una modernizzazione della fede, abbandonando quegli elementi legati al passato storico della comunità islamica e (purtroppo) diffusa e “predicata nelle nostre moschee e insegnata nelle nostre scuole”.

Daesh, noi e il clero [musulmano]!

Oggi ho deciso di prendere posizione per difendere lo Stato islamico davanti a tutti coloro che dicono che esso non rappresenta la sharia. Daesh non è ipocrita. Esso è franco, diretto e vero.

Come osiamo dire che Daesh non rappresenta la sharia? Una sharia inventata dai nostri “ulema”, predicata nelle nostre moschee e insegnata nelle nostre scuole? E oggi questa stessa sharia è perfettamente applicata sul terreno proprio dallo Stato islamico.

[Essa] è il risultato delle nostre idee e della nostra giurisprudenza religiosa, sorta più di 10 secoli fa. Guardiamo come l’istituzione clericale ha incatenato e arrugginito il nostro cervello e quello dei nostri figli. Guardiamo come essa ha scomunicato luci [intellettuali] quali Averroé, Ibn Sina [Avicenna], Arkoun, … la lista è lunga.

Noi vogliamo un califfato simile a quello del profeta come ben lo descrivono i nostri libri e i nostri imam nelle loro prediche. È un’utopia insegnata da secoli!

Smettiamola col denunciare questo Stato e smettiamola di offenderlo. Non è facile sbarazzarci di esso perché è il figlio legittimo della nostra giurisprudenza. E infine, se abbiamo davvero questa intenzione, sbarazziamoci della nostra sharia e della nostra giurisprudenza che gli hanno dato vita. Questa sharia non è quella di Dio, ma quella del diavolo. Finiamola col darle un carattere sacro!

E soprattutto, non cerchiamo di accusare il Mossad, la Cina, e gli altri “miscredenti”! Dieci secoli fa essi non esistevano. Non è la mano straniera che ha promulgato leggi diaboliche come l’amputazione delle mani per i ladri (v. foto)! Non siamo ingiusti, non è il Mossad che ha fatto passare la lapidazione dell’adultera come una legge divina! Non è la Cia che ha inventato l’esecuzione dell’apostata…. ma sono i nostri “shouyoukhs” [dottori coranici] e la loro giurisprudenza da quattro soldi.

Se oggi gli Stati Uniti ci aiutano a realizzare il nostro sogno (lo Stato “diabolico”), per loro interessi, noi dobbiamo ringraziarli perché è un obbiettivo della nostra giurisprudenza. Dobbiamo anche applaudire i coraggiosi membri di Daesh. Essi non sono ipocriti come noi. Essi applicano alla lettera le raccomandazioni dei dottori coranici.

La nostra posizione è davvero contraddittoria, confusa, disonesta, ipocrita. Noi condividiamo la stessa sharia con Daesh, ma purtroppo non la assumiamo e continuiamo a dire che Daesh non ci rappresenta! È davvero strano!

Non vogliamo l’instaurazione di un califfato?

Non vogliamo instaurare la nostra sharia?

Se la risposta è “sì”, non abbiamo che due scelte. O noi raggiungiamo e facciamo alleanza con Daesh, e la smettiamo di recitare la commedia, o riformiamo la nostra visione dell’islam e la spolveriamo di tutto il vecchiume, ossia della sharia e della giurisprudenza inventata dagli ulema! Dobbiamo decidere prima che sia troppo tardi.
invia ad un amico     Visualizza per la stampa

TAGs
asia
islam
libertà religiosa
daesh
stato islamico
sharia
salafismo
fondamentalismo
riforma
regensburg











Vedi anche

11/07/2016 10:37:00 ISLAM-EUROPA
L’islam politico, il fallimento nell’educare i giovani, le ambiguità verso l’occidente

Nelle scuole coraniche in occidente si insegna l’islam politico basato sul jihad e sull’odio verso i nemici. Gli imam e i saggi bloccano ogni riforma e ogni domanda da parte degli allievi. I gruppi islamisti vogliono distruggere i regimi musulmani e l’occidente imperialista. E’ ancora possibile un islam che dialoga e non fa proselitismo. All’Europa di controllare i gruppi del jihad. Tutto questo salverà l’islam come esperienza religiosa, e anche la pace nel mondo. Una riflessione dell’imam Drouiche, Vice-presidente della Conferenza degli imam di Francia-Parigi.


18/03/2015 ASIA - ISLAM
L'Asean contro lo Stato islamico: Una minaccia da neutralizzare
Per il rappresentante di Singapore la condanna “unanime” è un fatto significativo. I Paesi del blocco, alcuni dei quali a maggioranza musulmana, impegnati in una campagna di “riabilitazione” a sfondo confessionale. Continuano le adesioni alla lettera dei saggi musulmani contro il movimento jihadista, che ha “tradito” l’islam.

23/12/2015 IRAQ
Lo Stato islamico contro il Natale, festa “eretica”. A Kirkuk profanati due cimiteri cristiani
A Mosul i jihadisti hanno affisso cartelli in cui vietano ai musulmani di ricordare il Natale dei cristiani, bollati come “eretici”. A Kirkuk gruppi estremisti hanno fatto irruzione in due cimiteri, profanando tombe. Ma la comunità cristiana rivendica il diritto e il desiderio di celebrare la festa. Parlamentare cristiano denuncia la decimazione della comunità.

09/06/2016 13:30:00 IRAQ
Mar Sako: unità fra cristiani e musulmani, per salvare l’Iraq dalla follia dello Stato islamico

A due anni dalla caduta di Mosul, il patriarca caldeo chiede fratellanza e condivisione contro “la lotta per il potere e il denaro”. Una tragedia che è causa di “tristezza, dolore e ansia” e sradica “cultura e memoria” dei popoli di questa terra. Ramadan e Giubileo della misericordia siano fonte di fede, pazienza e speranza”.


15/02/2016 16:15:00 SIRIA - ISLAM
Siria, la vera priorità è combattere lo Stato islamico. Non Assad

Nella Siria del nord, due attacchi contro ospedali hanno provocato decine di vittime civili. Il fragile accordo raggiunto dalle potenze mondiali è messo in crisi da continui raid e i combattimenti. Il gesuita islamologo Samir Khalil Samir sottolinea i veri passi necessari per la pace: bloccare il fondamentalismo sostenuto dall’Arabia Saudita e impegnarsi davvero contro i terroristi islamici.

======================
 07/06/2016, 09.18

ISLAM
We Muslims hypocrites: Daesh, it is us
Kamel Abderrahmani

Sharia "invented" by Ulemas and taught in Islamic schools is the same law practiced by the Islamic State militants. The "religious jurisprudence, founded more than 10 centuries ago," has “chained and rusted our brain and that of our children." It is urgent to modernize the Muslim religion and free it from the ambiguities linked to the past. The courageous appeal of a young Algerian Muslim student.

Paris (AsiaNews) - After the massacre at the hands of Daesh or some Islamic terrorist, then comes the time of the game for the attributions of responsibilities. Many Western people accuse the Muslim religion; the Islamic world tries to ward off all ties between violence and Islam saying immediately: "This is not Islam." The same happened in these days, after the terrorist attacks in Istanbul, Baghdad and Dhaka, claimed by the Islamic State in a more or less official form. Just hours after these massacres, we received this short reflection on behalf of a young Algerian (Muslim) student. He is 27-year-old and lives in France. He accuses the Islamic world of hypocrisy as on one hand they reject the work of Daesh, while on the other they dream of establishing the Sharia in the entire world. The young author stresses the need for Muslims to reform and modernize their faith, abandoning those elements related to the historical past of the Islamic community, and (unfortunately) usually "preached in our mosques and taught in our schools."

Daesh, we and the clergy [Muslim]!

Today I decided to take a stand to defend the Islamic State before all those who say that what they practice it is not the Islamic Sharia. Daesh is not hypocritical. It is frank, direct and true.

How dare we say that Daesh does not represent the real sharia? A sharia invented by our "ulemas", preached in our mosques and taught in our schools? Today this same Sharia is fully implemented on the ground by the Islamic State.

[It] is the result of our ideas and our religious jurisprudence, founded more than 10 centuries ago. Let us have a look at how the clerical establishment has chained and rusted our brain and that of our children. Let's look at how it has excommunicated [intellectuals] lights like Averroes, Ibn Sina, [Mohammed] Arkoun, ... the list is very long.

We want a caliphate similar to that of the prophet as described in our books and preached by our imams in their sermons. It is a utopia taught for centuries!

Let's stop denouncing this State and let's stop blaspheming it. It is not easy to get rid of it because it is the legitimate child of our jurisprudence. And finally, if we really have this intention, let's get rid of our jurisprudence and our sharia law that brought it to life. This sharia does not come from  God but from the devil. Let's stop giving it a sacred character!

And above all, do not try to accuse the Mossad, the CIA, and other "unbelievers"! Ten centuries ago they did not exist. No foreign hand has enacted diabolical laws such as amputation of hands for thieves! Let us not be unjust, is not Mossad who did pass the stoning of the adulteress as a divine law! It is not the CIA that invented the execution of the apostate .... but our "shouyoukhs" [Koranic doctors, elders] did, with their cheap jurisprudence.

If today the US help us to realize our dream (the "evil” State), for their interests, we must thank them because that is also the goal of our jurisprudence. We must also applaud the courageous members of Daesh. They are not hypocrites like us. They literally apply the recommendations of our Koranic scholars.

Our position is really contradictory, confused, dishonest, hypocritical. We share the same sharia with Daesh, but unfortunately we assume and we continue saying that Daesh does not represent us! It is really strange!

We do not want the establishment of a caliphate?

We do not want to establish our sharia?

If the answer is "yes", we have only two choices. Either we join and make allegiance with Daesh, and stop playing the comedy, or we reform our vision of Islam and polish off the old stuff, ie the Sharia and jurisprudence invented by the ulema! We must decide before it's too late.
e-mail this to a friend     Printable version

TAGs
asia
islam
fundamentalism
salafi
daesh
islamic state
terrorism
sharia law
moderate islam











See also

09/06/2016 18:07:00 IRAQ
Mar Sako calls for Christian-Muslim unity to save Iraq from the madness of the Islamic State

Two years after the fall of Mosul, the Chaldean patriarch calls for brotherhood and sharing against "the struggle for power and money." The tragedy is the cause of "sadness, pain and anxiety" and “is eradicating the culture, history and memories” of local communities. Ramadan and Jubilee of mercy can be a source of “faith, patience and hope."


13/04/2016 11:56:00 MIDDLE EAST
Young Arabs against Islamic state: The violent face of unease in the Middle East

A survey of 3,500 young people from 16 countries of the region reveals that the majority is against Isis. 77% worried about the fate of the region. Only 15% believe that Daesh will reach the goal of creating an Islamic State. But experts warn: IS violence reflects a persistent unease. Worries about unemployment.




27/06/2015 TUNISIA - ISLAM
Tunis, stop terrorism by closing fundamentalist mosques
President Essebsi believes unified and global strategy needed to counter terrorism. The attack in Sousse almost simultaneous with those in France, Kuwait, Somalia. Islamic State claims responsibility.

27/08/2015 JORDAN - ISLAM
Muslims are not doing "enough" to fight the Islamic State, says Queen Rania
The Queen of Jordan - in France for a number of meetings - calls for greater attention to young people in the Middle East: if they are not given jobs and opportunities they swell the ranks of Isis militias. The urgent need to create 100 thousand jobs by 2020. The global consequences.

11/07/2016 18:58:00 ISLAM – EUROPE
Political Islam, failure in educating young people, ambiguity towards the West

Qur‘anic schools in the West teach political Islam centred on jihad and hatred towards the enemies. Imams and scholars are blocking any reform and every question from students. Islamist groups want to destroy Muslim regimes and the imperialist West. An Islam of dialogue that does not proselytise is still possible. Europe must control Jihadi groups. This will save Islam as a religious experience, and even world peace. Imam Drouiche, vice-president of the Conference of Imams of France-Paris, gives his reflections.

======================
06/07/2016, 10.58

ISLAM
Nosotros, los musulmanes hipócritas: Daesh sí que nos representa
Kamel Abderrahmani

La Sharia “inventada” por los ulemas y enseñada en las escuelas coránicas es la misma practicada por los militantes del Estado islámico. La “jurisprudencia religiosa, surgida hace más de diez siglos” ha “encadenado y oxidado nuestro cerebro y el de nuestros hijos”. Es urgente que la religión musulmana rejuvenezca y se libre de las ambigüedades ligadas al pasado. La valiente denuncia de un joven estudiante musulmán argelino.

París (AsiaNews)- Después de cada masacre realizada por Daesh o por cualquier terrorista islámico, se inicia el juego de quién es el responsable. Mientras entre los occidentales se acusa en bloque a la religión de los musulmanes, en el mundo islámico se trata de alejar todo vínculo entre la violencia y la religión musulmana, diciendo inmediatamente: “Esto no es el islam”. Sucedió lo mismo en estos días, después de las masacres de Estambul, Bagdad y Dacca, reivindicadas más o menos en modo oficial por el Estado islámico. Justamente después de estas masacres, nos llegó esta pequeña reflexión de parte de un estudiante argelino (musulmán) de veintisiete años, que vive en Francia. Él acusa de hipocresía a gran parte del mundo islámico, que, por un lado, dice que rechaza lo obrado por Daesh, y por otra, sueña con aplicar en todo el mundo la sharia. El joven autor subraya, sobre todo, cuánta necesidad tienen los musulmanes de realizar una reforma y una modernización de la fe, abandonando aquellos elementos ligados al pasado histórico de la comunidad islámica (lamentablemente) difundidos y “predicados en nuestras mezquitas y enseñados en nuestras escuelas”.

¡Daesh, nosotros y el clero (musulmán)!

Hoy he decidido hacer una toma de posición para defender al Estado islámico frente a todos aquellos que dicen que éste no representa la sharia. Daesh no es hipócrita. Es franco, directo y verdadero.

¿Cómo osamos decir que Daesh no representa la sharia? Una sharia inventada por nuestros “ulemas”, predicada en nuestras mezquitas y enseñada en nuestras escuelas. Y hoy, esta misma sharia, es aplicada perfectamente en su terreno por parte del Estado islámico.

[La misma] es el resultado de nuestras ideas y de nuestra jurisprudencia religiosa, surgida hace más de diez años. Observemos hasta qué punto la institución clerical encadenó y oxidó nuestro cerebro y el de nuestros hijos. Observemos cómo la misma ha excomulgado luces (intelectuales) como Averroé, Ibn Sina (Avisena) Arkoun…la lista es larga.

Nosotros queremos un califato similar al del profeta, como bien lo describen nuestros libros y nuestros imanes en sus prédicas. ¡Esta es una utopía que es enseñada hace siglos!

Dejémonos ya de denunciar a este Estado (Islámico) y dejemos de ofenderlo. No es fácil desembarazarse de él, porque es hijo legítimo de nuestra jurisprudencia. En concreto, si tenemos realmente esta intención, desembaracémonos de nuestra sharia y de nuestra jurisprudencia, que en definitiva, le han dado la vida. Esta sharia no es la de Dios, sino la del diablo. ¡Basta de atribuirle un carácter sagrado!

“¡Y sobre todo, no tratemos de acusar al Mossad, a China y a los otros “no creyentes”! Hace diez siglos, ellos no existían. No es la mano extranjera la que promulgó leyes diabólicas como la amputación de las manos a los ladrones (v.foto) ¡No seamos injustos, no es el Mossad el que ha hecho aprobar la lapidación de la adúltera como una ley divina! ¡No es la CIA la que inventó la ejecución del apóstata…sino que han sido nuestros “shouyoukhs” (doctores coránicos) y su jurisprudencia barata!.

Si hoy los EEUU nos ayudan a realizar nuestro sueño (el Estado “diabólico”), porque cuadra con sus intereses, nosotros debemos agradecerles, porque es un objetivo de nuestra jurisprudencia. Debemos aplaudir, también, a los valientes miembros de Daesh. Ellos no son hipócritas como nosotros. Ellos aplican las recomendaciones de los doctores coránicos al pie de la letra.

Nustra posición es realmente contradictoria, confusa, deshonesta, hipócrita. Nosotros compartimos la misma sharia con Daesh, pero lamentablemente no la asumimos y continuamos diciendo que Daesh no nos representa. ¡Es realmente extraño!

¿No queremos la instauración de un califato?

¿No queremos instaurar nuestra sharia?

Si la respuesta es “sí”, no tenemos más que dos opciones. ¡O los alcanzamos y nos aliamos a Daesh, o bien dejamos de recitar la comedia y reformamos nuestra visión del islam, y nos deshacemos de todo lo viejo, o sea, de la sharia y de la jurisprudencia inventada por los ulemas! Debemos decidir, antes de que sea demasiado tarde.


enviar a un amigo     Versión para imprimir

TAGs
Asia
islam
libertad religiosa
Daesh
Estato islámico
sharia
salafismo
fundamentalismo
reforma
Ratisbona












11/07/2016 14:07:00 ISLAM-EUROPA
El islam político, el fracaso en la educación de los jóvenes, la ambigüedad hacia Occidente

En las escuelas coránicas de Occidente se enseña el islam político basado en la yihad y el odio hacia los enemigos. Los imanes y los sabios bloquean cada reforma y cada pregunta de los estudiantes. Los grupos islamistas quieren destruir los regímenes musulmanes y el Occidente imperialista. Todavía es posible un islam que dialogue y no haga proselitismo. A Europa compete controlar los grupos yihadistas. Todo esto salvara el islam como experiencia religiosa, e incluso la paz mundial. Una reflexión del Imam Drouiche, Vice-Presidente de la Conferencia de Imanes de Francia-París.  




18/03/2015 ASIA - ISLAM
El Asean contra el Estado islámico: Una amenaza que hay que neutralizar
Para el representante de Singapur la condena "unánime" es un hecho significativo. Los países del bloque, algunos de los cuales de mayoría musulmana, comprometidos en una campaña de "rehabilitación" de fondo confesional. Continúan las adhesiones a la carta de los sabios musulmanes contra el movimiento jihadista, que "ha traicionado" al islam.

16/10/2014 MEDIO ORIENTE
La ciega política árabe-estadounidense de los bombardeo refuerza al Estado islámico
Más de un mes de ataques aéreos no ha debilitado a los milicianos. Sirve una operación terrestre. Los mapas publicados en los medios de comunicación disminuyen los logros reales de la milicia. La política internacional se centra en Kobane, en Siria, donde el verdadero objetivo sigue siendo Assad. Pero, mientras tanto, Irak va a caer en el silencio general. El análisis de dos estudiosos, cortesía de L'Orient-Le Jour. Traducción por AsiaNews.

31/03/2015 INDONESIA
Yakarta bloquea 22 Sitios de propaganda en la web para el Estado islámico
A partir de hoy, los sitios ya no pueden llegar a servidores de Indonesia son. Fueron cerrados porque contenían "falsas enseñanzas" del Islam. Después de años de ineficiencia, es la primera acción del gobierno contra el radicalismo en línea directa.

09/06/2016 16:04:00 IRAK
Mar Sako: unidad entre cristianos y musulmanes, para salvar a Irak de la locura del Estado islámico

A dos años de la caída de Mosul, el patriarca caldeo pide fraternidad y la capacidad de compartir, para ir contra “la lucha por el poder y el dinero”. Una tragedia que es causa de “tristeza, dolor y ansia” y desarraiga la “cultura y la memoria” de los pueblos de esta tierra. Ramadán y Jubileo de la Misericordia sean fuente de fe, paciencia y esperanza”.

==============================
07/06/2016, 10.20

伊斯兰
我们这些虚伪的穆斯林:伊斯兰国代表了我们
Kamel Abderrahmani

穆斯林教长们“发明的”、在经院中教授的沙里亚与伊斯兰国激进分子实践的是同一部沙里亚。“早在十多个世纪前就已经有了的宗教法”“束缚了我们和我们子孙后代的大脑并使之生锈”。迫切需要更新陈旧的含糊不清的穆斯林宗教。一名年轻阿尔及利亚穆斯林学生的勇敢揭露

巴黎(亚洲新闻)—每一次伊斯兰国或者其它伊斯兰恐怖分子制造恐怖袭击惨案后,便会一如既往地上演谁应对此负责的一幕。当西方矛头直指整个穆斯林宗教时,伊斯兰世界却在不遗余力地撇清暴力和穆斯林宗教之间的各种关系,立即表示“这不是伊斯兰”。近日的达卡、巴格达、伊斯坦布尔恐怖袭击后也上演了相同的一幕。而伊斯兰国已经或多或少地正式承认是他们所为。这一次,在上述屠杀之后,一名生活在法国巴黎的二十七岁阿尔及利亚穆斯林学生却做出了与众不同的反思。他谴责了伊斯兰世界中许多人的虚伪——一面拒绝伊斯兰国的所作所为、另一面却有幻想着在世界实施沙里亚。这名年轻的穆斯林特别强调了穆斯林进行信仰改革、将信仰现代化的必要性;指出要摒弃所有与伊斯兰团体陈旧历史相关的含糊不清的因素,但——不幸的是——也是最为普及的,“在我们的清真寺里宣讲、经院里教授的”。

            以下为全文:

Daesh, we and the clergy [Muslim]!

Today I decided to take a stand to defend the Islamic State before all those who say that what they practice it is not the Islamic Sharia. Daesh is not hypocritical. It is frank, direct and true. How dare we say that Daesh does not represent the real sharia? A sharia invented by our "ulemas", preached in our mosques and taught in our schools? Today this same Sharia is fully implemented on the ground by the Islamic State.
[It] is the result of our ideas and our religious jurisprudence, founded more than 10 centuries ago. Let us have a look at how the clerical establishment has chained and rusted our brain and that of our children. Let's look at how it has excommunicated [intellectuals] lights like Averroes, Ibn Sina, [Mohammed] Arkoun, ... the list is very long.
We want a caliphate similar to that of the prophet as described in our books and preached by our imams in their sermons. It is a utopia taught for centuries!
Let's stop denouncing this State and let's stop blaspheming it. It is not easy to get rid of it because it is the legitimate child of our jurisprudence. And finally, if we really have this intention, let's get rid of our jurisprudence and our sharia law that brought it to life. This sharia does not come from  God but from the devil. Let's stop giving it a sacred character!
And above all, do not try to accuse the Mossad, the CIA, and other "unbelievers"! Ten centuries ago they did not exist. No foreign hand has enacted diabolical laws such as amputation of hands for thieves! Let us not be unjust, is not Mossad who did pass the stoning of the adulteress as a divine law! It is not the CIA that invented the execution of the apostate .... but our "shouyoukhs" [Koranic doctors, elders] did, with their cheap jurisprudence.

If today the US help us to realize our dream (the "evil” State), for their interests, we must thank them because that is also the goal of our jurisprudence. We must also applaud the courageous members of Daesh. They are not hypocrites like us. They literally apply the recommendations of our Koranic scholars.

Our position is really contradictory, confused, dishonest, hypocritical. We share the same sharia with Daesh, but unfortunately we assume and we continue saying that Daesh does not represent us! It is really strange!

We do not want the establishment of a caliphate?

We do not want to establish our sharia?

If the answer is "yes", we have only two choices. Either we join and make allegiance with Daesh, and stop playing the comedy, or we reform our vision of Islam and polish off the old stuff, ie the Sharia and jurisprudence invented by the ulema! We must decide before it's too late.

===================
Sostienici!     5x1000Puoi destinare il 5 x 1000 delle imposte a Porte Aperte: è un gesto semplice, che non ti costa nulla, ma può fare la differenza per molti cristiani nel mondo.

Le OFFERTE che avete fatto sono DEDUCIBILI nel vostro 730 o modello unico nei limiti prescritti dalla legge, un comodo supporto per coloro che ogni anno fanno la dichiarazione dei redditi, i quali potranno dunque detrarre dalle imposte parte delle erogazioni fatte a Porte Aperte. Ecco il nostro codice da apporre nella dichiarazione redditi: 90002330125.
Cina: news da Gulnur, moglie di Alimjan, in carcere per Cristo

Sintesi: Condannato a 15 anni di prigione, il pastore Alimjan sta ancora scontando la sua pena. La vita in carcere è dura e la moglie Gulnur ha passato momenti molto difficili. Siamo stati con lei di recente e sentite cosa ci racconta di questa lunga prova.

Condannato a 15 anni di prigione, il pastore Alimjan sta ancora scontando la sua pena. La vita in carcere è dura e la moglie Gulnur ha passato momenti molto difficili. Abbiamo di recente parlato con lei. "La gioia in una difficile situazione come questa è vera gioia. Deve essere per forza la gioia che solo il Signore da! Altrimenti, come potremmo sopportare le difficoltà?", ci racconta Gulnur. "Ho regolarmente incontri con fratelli e sorelle. Posso condividere con loro quello che provo. Ho continuo bisogno di sostegno e preghiere. Senza non saremmo riusciti a resistere!", riferendosi anche ai 2 figli, di 15 e 8 anni.

"A mio figlio maggiore manca mio marito così tanto! Spesso ricorda i momenti preziosi passati col padre quando era bambino. Ora capisce che suo padre sta soffrendo per la fede in Gesù ed è orgoglioso di lui! Non si vergogna della sua prigionia", spiega fiera Gulnur. Tuttavia il più piccolo aveva solo 1 anno quando Alimjan fu arrestato con la falsa accusa di aver rivelato segreti di stato ad organizzazioni straniere. "Non riesce a ricordare quasi nulla di suo padre. E' cresciuto senza una figura paterna". Gulnur e i figli sono autorizzati a visitare Alimjan solo una volta al mese.

"Ho la passione di evangelizzare il nostro popolo uiguro! E' così ostile a Cristo! Gloria a Dio, sia mia madre che mia suocera si sono convertite diversi anni fa. Hanno visto come la fede ci sostiene nei momenti difficili", afferma illuminandosi la donna. "Perseveriamo mantenendo la nostra fede in Gesù e ci sforziamo di vivere una vita pia anche nel disagio. Mio marito mi chiede sempre di vivere bene, si prendermi cura dei nostri figli e di insegnare loro ad amare Dio. Questo è il modo in cui testimoniamo di Lui. Chiedo ai miei figli di comportarsi bene, di studiare seriamente e di tenere in ordine sempre la nostra casa come se mio marito dovesse tornare oggi. Sono certa che mio marito tornerà presto. Aspetto il suo ritorno come aspetto la seconda venuta di Gesù. Noi siamo la sposa di Cristo!".

Il pastore Alimjan Yimit è un leader cristiano di comunità familiari nella problematica regione dello Xinjiang (a maggioranza uigura e musulmana, da decenni scossa da movimenti separatisti e dalla violenta repressione del governo cinese). Sono oltre 8 milioni gli uiguri, musulmani sunniti con poche migliaia di cristiani (ex musulmani) perseguitati dai propri familiari, amici e vicini di casa (la conversione è vista come una vergogna) e presi in mezzo nelle tensioni con lo stato centrale cinese e l'etnia cinese predominante Han. Porte Aperte ricerca i gruppi cristiani più perseguitati in Cina (come gli ex musulmani uiguri) e li mette in collegamento con gruppi cristiani più liberi, visto in questi ultimi anni i cristiani cinesi in molte parti stanno guadagnando più spazio per adorare il Signore.
=================

PTV news 11 luglio 2016 - MA CHI C’E’ DIETRO LA NATO? https://youtu.be/X88miLTRnCg

====================================
Webster Tarpley: "Strategia della tensione e cecchini" 15 lug 2016

Ventiduesimo appuntamento con “L’Opposizione Americana”, la rubrica di Webster Tarpley dedicata alla politica USA nell’anno delle elezioni presidenziali.
Dopo le stragi di Orlando e di Dallas, cresce un clima di tensione creato ad arte, su cui sguazzano sia il candidato Trump sia gli esperimenti sociali manovrati da Soros.
Gli USA arriveranno al voto presidenziale con un sistema sempre più perturbato e torbido.
https://www.youtube.com/watch?v=UdOs4DbSe3w
==================


Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] Erdogan ha cancellato 2000 anni di comunità cristiane in Siria ed Iraq (attraverso un genocidio perfetto), grazie ai Farisei massoni regime Bildenberg CIA NATO: l'anticristo.. e per il NWO, va bene così, perché loro sono Dei Enlightened invisibili, che non hanno bisogno di fare autocritica, o di rispettare diritti umani e regole costituzionali! Quindi andranno a reprimere il popolo sovrano di Crimea e Donbass perché loro sono gli eredi di Hitler
Turchia: 6mila arresti dopo il golpe
Ministro Giustizia, 'ne faremo altri 6mila, pulizia continua'

Simone Supri
E l'Occidente omertoso e complice tace, quando letame come la Merkel non fece pure campagna elettorale per quel porco dittatore islamista e terrorista di Erdogan
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/17/turchia-6mila-arresti-dopo-il-golpe_85de63ca-839c-482e-b9e2-4379019f601b.html

=======================
You are dhimmi in sharia law ] [ i sacerdoti di Satana: Gufo Bildenberg, SpA FMI BM 666 Bush Kerry 322 Farisei Rothschild, ecc.. loro non hanno un problema con la moralità, ma, devono pur fingere di essere la democrazia ancora, in qualche modo!
Telefonata Kerry-Cavusoglu su Gulen
Confronto su 'procedure giudiziarie e relativi problemi'

Simone Supri
A questo punto l'unica speranza è che vinca Trump e metta al suo posto il sanguinario desposta islamo-terrorista Erdogan
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/17/telefonata-kerry-cavusoglu-su-gulen_27d914a9-73a0-4bc4-85f5-d4e091d33c32.html

=====================

Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] è vero che io proteggo, più di chiunque altro il premier israeliano Benyamin Netanyahu, perché lui è il custode delle profezie bibliche circa ISRAELE, quindi, è l'orologio della storia e la unica speranza di sopravvivenza di tutto il genere umano! anche se è normale che, lui come tutti i politici massoni del NWO può fare soltanto una politica egoistica da pezzo di merda!
da quando è iniziato: 8 anni fa, questo mio ministero politico universale virtuale ( si, una esperienza di fede, ma, è anche un progetto culturale per la fratellanza universale), per trasformare Israele in una monarchia, io ho scritto centinaia di articoli a giorno, ogni giorno, anche di Domenica! e non sono mai entrato in contraddizione contro me stesso: perché io sono fondato razionalmente sulla LEGGE: Naturale e Universale: la METAFISICA personalistica UMANISTICA del filosofo francese Maritain. Anche se io posso sembrare il più spietato nemico del regime massonico tecnocratico SpA FMI BM NWO: lucifero torre piramide Ja BullON, tuttavia io non sono un rivoluzionario e neanche un vendicatore.. perché io parto dal principio che i nostri LEADER (dopo che ci è stato rubato il signoraggio bancario 400 anni fa) non sono costretti a scegliere tra il bene ed il male, ma, tra un male minore ed un male maggiore! Ecco perché pur maltrattandoli ogni giorno, io non sono in realtà il loro nemico, e nemmeno sono qualcuno che vuole indebolire le istituzioni, NO! ANZI; io lavoro per la concordia sociale e per rendere sempre più forti e consolidate le nostre Istituzioni!

You are dhimmi in sharia law ] COLORO che AIPAC Farisei Wall Street, SpA City London, FMI BM NWO, proprio loro hanno creato i massoni rotti di culo, nel regime Bildenberg, tutte scimmie sviluppate a sodoma, Gender Darwin religione dogmatica ideologia, nel PD M5Stelle? ma, loro non sono così: sono dei maniaci religiosi che rispettano la Torà: in modo maniacale, e che in nme della stessa: loro Torah, loro hanno il permesso per uccidervi tutti! INFATTI, I SAUDITI SALAFITI, CREATI sempre dai FARISEI, anche loro, A LORO volta comprendono la necessità di realizzare il vostro genocidio sharia! ... questo è il fondamento ideologico e morale della guerra mondiale! poi, abbiamo un fondamento geopolitico, e poi abbiamo anche un fondamento di finanza monetaria ovviamente
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/07/17/netanyahuavanti-distensione-con-turchia_2a41f8ea-b79a-4640-a192-ff3def4f5af6.html

===================

You are dhimmi in sharia law ] [ è doveroso unire la nostra preghiera alla preghiera delle 85000 moschee della Turchia! .. [ Erdogan a funerale vittime golpe, I morti durante il fallito colpo di stato sono stati quasi 300 ] MA NOI ADESSO DOBBIAMO pregare per i 6000 arrestati, quasi tutti innocenti del golpe, dato che a fare il Golpe sono stati degli eroi della Laicità e della democrazia dello STATO! il problema è che: 1. trai i pedofili poligami di GENDER DARWIN ONU; tra: 2. allah akbar morte a tutti gli infedeli il nazismo LEGA ARABA, tra: 3. i massoni farisei della NATO e del regime Bildenberg; e tra: 4. i cannibali sacerdoti di satana della CIA, e tra: 5. i Farisei Enlightened SpA FMI BM, qui, nel 666 Gufo NWO, si sa soltanto che Satana è Dio!

Eliseo Di Tocco ] [ Dopo questo maldestro tentativo di golpe, la Turchia si può considerare uno stato islamico a tutti gli effetti, 'civili e militari', come si diceva una volta; pertanto dovrebbe essere espulsa dalla NATO, la quale prevede nel suo statuto l'adesione solo di stati chiaramente democratici... per coprire il fianco sud-est dell'Europa basta e avanza la Sesta Flotta. Nessun governo italiano è mai stato del tutto in regola con la democrazia, a cominciare dai brogli del referendum monarchia-repubblica del 1946 a finire a quelli delle elezioni europee del 2014...

You are dhimmi in sharia law
Eliseo Di Tocco è impossibile che possa esistere sovranità politica senza sovranità monetaria!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/mediooriente/2016/07/17/erdogan-a-funerale-vittime-golpe_4790b88a-65ab-49f9-8450-b1e041a58630.html

====================
Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ estradizione dei soldati turchi, dalla Grecia alla Turchia, potrebbe intralciare il ritorno della pena di morte in Turchia, SI, MA NON È DETTO! Questi uomini sono degli eroi, che devono essere protetti dalla UE: in ogni modo! Dunque Alexis Tsipras desidera rispondere in "brevi tempi" a questo quesito: I militari turchi che hanno chiesto asilo politico in Grecia, hanno tentato il golpe per garantire la stabilità e soprattutto la laicità dello Stato turco salvaguardando la Costituzione voluta da Kemal Ataturk che Erdogan punta a stravolgere completamente trasformando la Turchia in uno stato islamico retto dai principi della sharia?
Oppure si tratta di normali criminali?
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/07/17/telefonata-kerry-cavusoglu-su-gulen_62f0fead-f07a-4df4-b257-2c76bfe7c867.html


Armenia: colonnello ucciso in attacco, A caserma polizia, almeno 4 feriti gravi. MOSCA, 17 LUG - E' il colonnello Artur Vanoyan il poliziotto ucciso nell'assalto di un gruppo armato a una caserma delle truppe del ministero dell'Interno a Ierevan. Quindi il terrorismo islamico sharia, per ONU e per la NATO sono un legittimo strumento di guerra, per ERDOGAN dato che ha potuto sterminare tutte le altre pluralità etniche e religiose in Iraq e Siria: impunemente!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/17/armenia-colonnello-ucciso-in-attacco_5f8f2bb6-d2fc-4e0d-a0a0-c5f771f3ae64.html

 Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ qualcosa di estremamente maligno sta avvenendo in USA, e la colpa è del regime usurocratico di Hillary, e colpa delle sinistre internazionali fino islamiche pornocratiche GENDER Darwin ideologia... ma, attendiamo di sapere informazioni di questo ennesima tragedia! NEW YORK, 17 LUG - Sei agenti colpiti, di cui tre morti. E' il bilancio della sparatoria a Baton Rouge in Louisiana, secondo quanto riferito dalla polizia. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/07/17/usa-colpiti-6-agenti-3-morti_22457c95-d68c-4982-8c05-6f526b603295.html

=============

Erdogan evoca reintroduzione pena morte, 'Governo ne discuterà con l'opposizione', annuncia il presidente [ Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] la TURCHIA deve espulsa immediatamente dalla NATO altrimenti anche voi diventerete i Nazisti! Ohhhhh mio Dio! ma, voi siete già i nazisti del regime Bildenberg dopo il genocidio islamico di Siria Iraq e Donbass! dopo tanti colpi di Stato in tutti i Paesi non area NATO! Ecco perché in Turchia loro hanno detto che il golpe è stato fatto dalla CIA .. perché è la CIA che va facendo i golpe nel mondo!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/17/erdogan-evoca-reintroduzione-pena-morte_2ed33d9c-7406-4f2d-b4bc-bd557fb1e8c2.html

=================

Turchia: Kerry, irresponsabile accusarci, Aspettiamo documentazione valida per estradizione Gulen [ Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] ma, come faranno i piccoli massoni morti di fame greci ad opporsi a SAUDI ARABIA SALMAN Sharia: allah akbar, se i sacerdoti di satana in USA si sono subito abbassati le brache? [ [ Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] ma, il fatto che i satana USA Spa NWO il Gufo fanno relazione contro natura insieme a presidente turco Recep Tayyip Erdogan: allah akbar, come parte passiva soccombente, questo porta la vergogna sull'altare di Satana, che è il gufo al Bohemian Grove..
primo ministro greco Alexis Tsipras è a 90gradi, nei confronti di IMAM presidente turco Recep Tayyip Erdogan: allah akbar e questo mi fa venire il vomito!
Paoletto Saccomandi
Il tuo capo Obanana e la Kapò europea Merdel hanno voluto la bicicletta? Adesso che pedalino, e senza sellino.

Erio Carnevali · Modena
Povera America.... sto buonismo Obamiano gli si ritorce contro.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/17/turchia-kerry-irresponsabile-accusarci_facc7d22-7b99-4a6c-8d3d-b0a5c4c156da.html

Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ è necessario un nuovo progetto cultarle laico per la fratellanza universale! perché le basi massoniche ed usurocratiche SpA NWO essendo il satanismo stesso, hanno minato alla base la preziosità della civiltà ebraico cristiana!
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/2016/07/17/spari-contro-la-polizia-a-baton-rouge-agenti-uccisi_d0fe576a-58d6-43ce-92cd-7187d0904a01.html



===============

Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ Il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier si auspica la vittoria di Hillary Clinton alle prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti. QUESTO INDICA CHIARAMENTE IL CARATTERE DEMONIACO NAZISTA DEL REGIME NWO NATO MASSONICO ROTHSCHILD BILDENBERG
Joe Bernard ] eh ce ne ancora di qua a novembre, per esempio non si sono ancora scontrati direttamente una volta ... la gente non aspetta altro, secondo me Trump la fa piangere ... dipende solo dal livello di corruzione americano per sapere chi vince Lei e' la corruzione fatta donna
Simone Supri ] E' probabile visto che l'Umanità è tendenzialmente imbecille! Basta vedere in Turchia che dalla modernità e dalla civiltà la gente si fa entusiasticamente dirigendo verso il medioevo islamista e lasciano le piazze ai fondamentalisti islamici sostenitori del porco dittatore terrorista Erdogan quindi la ..se dico "troia" sembra sia sessismo e non una adeguata metafora, quindi non lo dico...malata di mente terrorista ambiziosa quasi alla dittatura Clinton può confidare nella stessa imbecillità dell'essere umano medio
Joe Bernard ] la indagine della FBI si e conclusa in farsa, e gli americani non schierati lo hanno notato, una cosa letteralmente schifosa la maniera con cui la stanno proteggendo ... smaccato doppiopesismo, stanno facendo una bruttissima figura, lo so che se ne fregano ma forse le cose cambiano http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/07/17/hillary-in-vantaggio-con-46-trump-41_4fb57d3d-40bf-4203-8eb9-1eed1b85f524.html


Tu sei un dhimmi in Sharia Law
è necessario un nuovo progetto cultarle laico per la fratellanza universale! perché le basi massoniche ed usurocratiche SpA NWO essendo il satanismo stesso, hanno minato alla base la preziosità della civiltà ebraico cristiana!

 Tu sei un dhimmi in Sharia Law ] [ Armaghedon? SEGNA LA UMILIAZIONE DELLA RIBELLIONE UMANA, LA FINE DELLA RIBELLIONE UMANA, CHE COMBATTE CONTRO DIO, ECCO PERCHÉ IO SONO A FAVORE DEL REGNO DI ISRAELE E PER EDIFICARE IL TEMPIO EBRAICO: LA FRATELLANZA UNIVERSALE! Anche se non sappiamo in che modo Dio userà la sua potenza, sappiamo che avrà a disposizione armi come quelle che ha usato in passato: grandine, terremoti, piogge torrenziali, fuoco e zolfo, fulmini e malattie (Giobbe 38:22, 23; Ezechiele 38:19, 22; Abacuc 3:10, 11; Zaccaria 14:12). Nella confusione almeno alcuni dei nemici di Dio si uccideranno a vicenda; in ogni caso capiranno che è Dio a combattere contro di loro (Ezechiele 38:21, 23; Zaccaria 14:13).


Gianfranco Soncini
E' INIZIATA "ARMAGHEDON", LA GUERRA FINALE CONDOTTA SUL WEB, TRA LE FORZE DEL BENE E QUELLE DELL'ABOMINIO, PROFETIZZATA DALLA BIBBIA.
- Abominio dei perfidi comunisti che in Italia hanno fatto abrogare la Monarchia con l’inganno, portandoci verso l’abisso della miseria e della schiavitù, proprio in bocca a quei mussulmani che la Chiesa ha combattuto per secoli, e che ora una manica di idioti al governo li va pure a cercare!
- Abominio negli ospedali pubblici, dove ogni anno vengono sterminati decine di migliaia di figli non ancora nati, sostituibili poi con i figli degli invasori dell’ISLAM.
- Abominio nella concezione spirituale della donna, che si crede come l’uomo, pur sapendo che l’uomo è il loro capo e anche capo della famiglia.
- Abominio nella famiglia, dove la donna emancipata dalle forze di sinistra, 3 volte su 4 si ribella a suo marito, anche perché l’uomo non è più il capo-famiglia, mentre l’adulterio non è più punibile.
- Abominio della sacralità del matrimonio, perché ora i gay, che non sono dei diversi, si possono sposare con diritto alla reversibilità della pensione, a spese dello Stato già fortemente indebitato: i sodomiti Dio li ha affogati col diluvio universale, poi visto che continuavano nel loro abominio contro natura li ha carbonizzati col fuoco disceso dal cielo, quindi con il Vesuvio ha fatto piazza pulita di Ercolano e Pompei, dove i romani praticavano i loro depravati vizi. Infine in tempi recentissimi ha sterminato quasi 300.000 del sud est asiatico, dove si praticava la pedofilia turistica.
- Abominio nei giovani senza più principi né valori, che si distruggono, sia con le droghe, sia con gli alcolici nelle discoteche.
- Abominio nelle scuole, dove gli insegnanti formati durante la rivoluzione progressista sinistroide, non insegnano più i veri valori, anzi glieli danno sbagliati, anche perché molti genitori sprovveduti vogliono proprio quello.
- Abominio nella magistratura, divisa legalmente in correnti politiche.
- Abominio nei partiti, che rubano a piene mani, facendosi poi stipendi 10-30 volte superiori alle retribuzioni normali dei lavoratori, che non riescono neppure a mantenere la famiglia senza l’aiuto dei loro famigliari.
- Abominio nei sindacati asserviti alle forze politiche di sinistra, per poi distruggere le industrie, quindi l’avvenire dei giovani.
- Abominio nella politica mondiale, dove conta solo il denaro, ma non i valori veri della convivenza umana.
- Abominio nelle forze armate, polizia compresa, perché il compito della donna consiste nell’allevare figli, curare la famiglia e l’uomo, ma non di combattere.
- Abominio nella Chiesa di Cristo, dove il clero non può sposarsi, spalancando così le porte alla scandalosa omosessualità e alla pedofilia, e dove in vaticano si cerca il prestigio, la carriera e il lusso, similmente ai principi rinascimentali.
- Abominio al vertice della Chiesa, dove un Papa più vicino all’uomo che a Dio, si è allontanato dalla Chiesa tradizionale, con tutte le conseguenze che si faranno sentire per decine e decine di anni.

- Ora un km di autostrada costa il doppio della Francia e il triplo della Germania.
- Ora gli stipendi dei dirigenti pubblici sono il triplo degli omologi esteri.
- Ci sono aziende partecipate con solo il consiglio di amministrazione, senza dipendenti !
- IL numero di parlamentari, che si fanno chiamare "onorevoli", sono il doppio degli USA !
- Un documentarista del Parlamento è retribuito con € 422.000, esattamente € 50.000 più del presidente degli Stati Uniti d’America.
- Opere non realizzate o incompiute, pur avendo i finanziamenti assegnati, per incapacità gestionale, pigrizia, mafie fuse nello Stato e corruzione ovunque diffusa..

Complimenti democrazia, complimenti sinistra uscita da quei geni dell’illuminismo francese!
- Avete distrutto la Famiglia, lo Stato e l'avvenire dei Figli, ora in forte calo demografico, facendovi inoltre chiamare "Progressisti" dal popolo, e "Onorevoli" in parlamento, mentre questo popolo ingannato vi batte le mani nei comizi, perché i valori maledetti della Democrazia li avete inculcati nelle coscienze dei giovani, dei meno giovani e degli anziani.
- Avete battuto il diavolo alla grande, che in confronto a voi, è uno sprovveduto, un ridicolo apprendista alle prime armi.
- Fra non molto anche Wikipedia e la Treccani si dovranno adeguare, sostituendo la parola "Diabolico" con la parola "Democratico", “Regresso” con “Progresso”, "Disonorevole" con "Onorevole".
- Quanto esposto, per i terribili fatti che si sono verificati in tempi ravvicinati, e si verificheranno ancora in tempi sempre più vicini fino a toccarsi, evidenzia chiaramente che è arrivato “Armaghedon” profetizzato dalla Bibbia oltre 2.000 anni fa.
Ora si deve scegliere: o salvati o dannati!
Tertium non datur (La terza soluzione non esiste).

SALMAN SAUDI ARABIA 666 SHARIA ] [ QUESTA mattina ho sognato che andavo in Palestina Israele, seguendo un viaggio con la Parrocchia, poi, li lasciavo per camminare in mezzo alla gente per dare caramelline ai bambini! .. poi, mi preparavo le poche parole in inglese che conosco per dire ai soldati: "i am king israel"... ma, non c'era niente di soprannaturale in questo sogno, esso era una evidente produzione onirica della mia mente!

SALMAN SAUDI ARABIA 666 SHARIA ] un sogno soltanto un sogno normale [ la produzione onirica della mia mente: di questo viaggio in ISRAELE PALESTINA, è avvenuta, è stata preceduta, da una condizione disordinata disarmonica e deprivata, ma, quello che mi ha colpito in questo sogno, alla fine del mio sogno, era la mia umiltà, la regalità del mio animo si sposava con la umiltà, e la dolcezza del mio servizio, ed il rispetto che, io sentivo di manifestare: verso tutte le persone che mi circondavano, proprio attraverso un rispetto quasi servile: amoroso, e umile

===================

Simone Supri ] [ Purtroppo la liberazione della Turchia dalla dittatura di erdogan è stata pianificata da cialtroni (ed è quindi probabile che dietro ci fossero gli americani) altrimenti la prima cosa da fare era far rientrare Erdogan con un pretesto e farlo saltare in aria appena atterrato. Anche se la rivoluzione contro il despota fosse comunque fallita, il mondo sarebbe stato lo stesso migliore

You are dhimmi in sharia law ] confermo il tuo commento ERDOGAN merita di morire: e con lui meritano di essere distrutti tutti i suoi complici, questo contro tutti i popoli è un gioco troppo cattivo! ed è così cattivo che possiamo dire che ERDOGAN non contento del potere totalitario che si è attribuito modificando la Costituzione è lui che ha fatto questo golpe per spianare ogni forma di democratica opposizione!

Eva Torelli · Lavora presso Studente
adesso è il vero colpo di stato!!!

Nicoletta Flaviana ] si' Eva. Hai centrato in pieno la sostanza.

Andrea Il Messia Regazzo · Lavora presso Poeti maledetti
Quella di essere un popolo a cui piace sprofondare nelll'estremismo islamico e vedere calpestati i diritti di tutti coloro che non sono asserviti a Erdogan? Direi puttosto che i turchi hanno perso l'occasione di saltare di nuovo sul treno della laicizzazione che avevano abbandonato dopo l'avento dell'AKP, un colpo di stato kemalista avrebbe reso lo stato migliore, Kemal Ataturk docet
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/07/17/erdogan-evoca-reintroduzione-pena-morte_2ed33d9c-7406-4f2d-b4bc-bd557fb1e8c2.html

=================
Nell'Apocalisse gli angeli versano «le sette coppe dell'ira di Dio» sulla Terra (Ap 16,1). L'Armageddon viene dopo il versamento della sesta coppa:
« Poi il sesto angelo versò la sua coppa sul gran fiume Eufrate, e le sue acque si prosciugarono perché fosse preparata la via ai re che vengono dall'Oriente. E vidi uscire dalla bocca del dragone ( Obama ), da quella della bestia (MERKEL) e da quella del falso profeta (SALMAN ERDOGAN) tre spiriti immondi, simili a rane. Essi sono spiriti di demoni capaci di compiere dei miracoli. Essi vanno dai re di tutta la terra per radunarli per la battaglia del gran giorno del Dio onnipotente. (Ecco, io vengo come un ladro; beato chi veglia e custodisce le sue vesti perché non cammini nudo e non si veda la sua vergogna).) E radunarono i re nel luogo che in ebraico si chiama Harmaghedon.[Apocalisse 16,12-16] »

===================

OVERCOMERS,
"They overcame him by the blood of the Lamb and by the word of their testimony; they did not love their lives so much as to shrink from death."
(Revelation 12:11) The only original disciple of Jesus spared from martyrdom was the Apostle John who experienced persecution in different ways. While exiled on the island of Patmos he was given the revelation of Jesus which he wrote down for the churches of his day—and ultimately for us too. He describes our enemy Satan and the cosmic spiritual battle he wages against us as disciples of Jesus. John also points out that Satan is especially angry as he realises his time is short. The letter of Revelation is written in a chiasm form (often used structure in ancient literature) which uses the central section as the focus and climax of the writing or teaching. In Revelation, chapter twelve is the central section and verse eleven is the central and focused idea. John reveals in this climactic message that our enemy, Satan, will ultimately be overcome and defeated. We accomplish this victory as disciples of Jesus in three ways:
• by the blood of the lamb
• by the word of our testimony
• by willingness to sacrifice our own physical life
Darrell Johnson in his excellent book, Discipleship on the Edge, writes:
There is only one way to “overcome”: the way Jesus did, as a Lamb, as pictured in Revelation 5. Thus 12:10, the central verse of the whole book—“they [disciples of Jesus]overcame him [the dragon] because of the blood of the Lamb and because of the word of their testimony, and they did not love their life even to death.” The structure itself declares the message that since Jesus overcomes evil not by being a Lion who hurts others, but by being a Lamb who absorbs hurt, so too we overcome evil in the world, not by inflicting more hurt, but by absorbing the hurt, even if it costs us our lives. The structure itself declares the mystery that in losing our lives we actually win, “overcome,” just as Jesus did.[9]
Over the next three days we’ll look more closely at each of these three elements of our victory over Satan.
RESPONSE:
Today I will rejoice in the guarantee that I can be a victor over Satan, my enemy.
PRAYER:
Lord, may I be willing to absorb hurt, even as Jesus did, in order to overcome evil in the world.
===================

Hola, LorenzoJHWH: ¿Recuerdas la asignatura de Educación para la Ciudadanía? Pues han vuelto a implantarla, en una versión más totalitaria, esta vez por la puerta de atrás, en Madrid y en otras comunidades autónomas. Esto es lo que le van a enseñar a los niños de Madrid: “Mi Princesito tiene cuatro años. Le gustan las cosas bonitas. Su color favorito es el rosa. Le gusta jugar a ponerse vestidos de niña. Baila como una preciosa bailarina (...) Papá le dice a mi Princesito que está muy guapo cuando se pone un vestido. ¡Papá le coge de la mano y dice que haga piruetas!” (del libro Mi Princesito). La última ley que se ha aprobado, impulsada por los grupos de presión de “lesbianas, gays, transexuales, bisexuales e intersexuales” (LGTBI), ha sido la de Madrid. Acaba de entrar en vigor. En pleno verano, para pillarnos desprevenidos. Y dice cosas como estas: "Artículo 29. 2.- La Comunidad de Madrid elaborará una Estrategia integral de educación y diversidad sexual e identidad o expresión de género. Las medidas previstas en este plan se aplicarán en todos los niveles y etapas formativas y serán de obligado cumplimiento para todos los centros educativos." (1)
¡Todos los centros educativos! Eso incluye los colegios públicos, los concertados y los privados. Pide al Consejo Escolar de la Comunidad de Madrid que intervenga en defensa de la libertad y los derechos de los padres:
http://hazteoir.org/educacion/alerta/90754-cifuentes-impone-ensenanza-esto-colegios
La Asamblea de Madrid acaba de aprobar con los votos favorables de PP (excepto dos diputados que no votaron por motivos de conciencia), PSOE, Podemos y Ciudadanos una ley denominada “de protección integral contra la discriminación por diversidad sexual y de género”, que roba a los padres el derecho a la educación de sus hijos, su derecho a decidir qué tipo de educación quieren recibir.
Ya es de obligado cumplimiento. E impone cosas como esta:
“Artículo 32- La Consejería competente en materia de educación incorporará la realidad lésbica, gay, bisexual, transexual, transgénero e intersexual en los contenidos transversales de formación de todo el alumnado de Madrid.”
¡Todo el alumnado! Sin excepciones...
¿Quieres que los niños sean educados por las organizaciones que dicen representar a los homosexuales, como por ejemplo las que organizan las fiestas del “orgullo gay”?
¿Quieres que los miembros de esas asociaciones impartan clases de igualdad y sexualidad a todos los niños madrileños?
http://hazteoir.org/educacion/alerta/90754-cifuentes-impone-ensenanza-esto-colegios
Según esta ley, en los colegios obligatoriamente les explicarán a los niños que pueden elegir su sexo y que es estupendo cambiarlo. Y utilizarán para ello libros como el titulado El niño perfecto, en el que enseñan así a los chicos cómo deben vestirse:
La ley que ha aprobado la Asamblea de Madrid contiene lo peor de la vieja Educación para la Ciudadanía y propone a los niños en los colegios y de manera obligatoria modelos de comportamiento como este:
Además la ley da un paso más y condena a los que se atrevan a cuestionar este modelo educativo. El artículo 72 de la ley dice que multará con 45.000 euros a la persona que intente enseñar que la heterosexualidad es la forma natural de comportamiento, o a quien trate de explicarle la realidad a un niño que dice tener un sexo distinto del que tiene. Padres, abuelos, sacerdotes y profesores corren riesgo de terminar pagando enormes multas por causa del artículo 72 de esta ley:
“La promoción y realización de terapias de aversión o conversión con la finalidad de modificar la orientación sexual o identidad de género de una persona. Para la comisión de esta infracción será irrelevante el consentimiento prestado por la persona sometida a tales terapias.”
Por favor movilízate. Ya sé que estamos en pleno verano y que algunos tienen la cabeza en otras cosas. Pero eso es lo que están utilizando precisamente quienes quieren manipular a nuestros hijos.
¿Puedes sumarte a esta campaña y compartirla con todos tus familiares, tus amigos y tus contactos?
Muchas gracias.
Ignacio Arsuaga y todo el equipo de HazteOir.org
(1) Aquí tienes más información sobre esta ley:
    Un resumen de los artículos más significativos de la Ley de protección integral contra la discriminación por diversidad sexual y de género de la Comunidad de Madrid.
    Enlace a la ley BOAM http://www.asambleamadrid.es/BOAM/BOAM_10_00063.pdf

======================

Libertad para padres y alumnos en las aulas

Consejo Escolar de la Comunidad de Madrid - Sr. D. Rafael Carbonell, presidente:

Le pido que el Consejo Escolar de la Comunidad de Madrid intervenga de oficio en defensa de la libertad y los derechos de los padres frente a la Ley 4(X)/2015 RGEP.4201 de protección integral contra la discriminación por diversidad sexual y de género recién aprobada por la Asamblea de Madrid.

En esta norma se vulnera el derecho de los padres a decidir sobre la educación que quieren que reciban sus hijos, tanto en la enseñanza pública, como en la concertada y en la privada.

Artículos como el 29, o el 32, entre otros muchos, suplantan la patria potestad de los padres, imponiendo a los niños un modelo educativo cuya elaboración e impartición corre a cargo de organizaciones como las que promueven actividades tan ajenas al concepto de educación como la denominada "fiesta del orgullo".

No quisiera ver otra vez en nuestro país un movimiento de objeción de conciencia en los colegios similar al que vivimos durante la implantación de la asignatura de Educación para la Ciudadanía. Y el organismo que usted preside puede evitarlo.

Por favor, promueva desde el Consejo Escolar de la Comunidad de Madrid una investigación con respecto a esta ley y evite que la confrontación nazca de nuevo en las aulas.

Muchas gracias.
===============

su ley permitirá a los niños recibir educación según los criterios de las organizaciones gay

Cifuentes impone la enseñanza de esto en los colegios
010.000
6.921

6.921 personas han firmado. Ayúdanos a llegar a las 10.000 firmas.

Imagen de M. Vidal Santos Por M. Vidal Santos · Madrid, España · 17 de julio de 2016

Esto es lo que le van a enseñar a los niños de Madrid:

“Mi Princesito tiene cuatro años. Le gustan las cosas bonitas. Su color favorito es el rosa. Le gusta jugar a ponerse vestidos de niña. Baila como una preciosa bailarina (...) Papá le dice a mi Princesito que está muy guapo cuando se pone un vestido. ¡Papá le coge de la mano y dice que haga piruetas!” (del libro Mi Princesito).

La última ley que se ha aprobado, impulsada por los grupos de presión de “lesbianas, gays, transexuales, bisexuales e intersexuales” (LGTBI), ha sido la de Madrid. Acaba de entrar en vigor. En pleno verano, para pillarnos desprevenidos. Y dice cosas como estas:

"Artículo 29. 2.- La Comunidad de Madrid elaborará una Estrategia integral de educación y diversidad sexual e identidad o expresión de género. Las medidas previstas en este plan se aplicarán en todos los niveles y etapas formativas y serán de obligado cumplimiento para todos los centros educativos." (1)

¡Todos los centros educativos! Eso incluye los colegios públicos, los concertados y los privados.

Pide al Consejo Escolar de la Comunidad de Madrid que intervenga en defensa de la libertad y los derechos de los padres.

La Asamblea de Madrid acaba de aprobar con los votos favorables de PP (excepto dos diputados que no votaron por motivos de conciencia), PSOE, Podemos y Ciudadanos una ley denominada “de protección integral contra la discriminación por diversidad sexual y de género”, que roba a los padres el derecho a la educación de sus hijos, su derecho a decidir qué tipo de educación quieren recibir.

Ya es de obligado cumplimiento. E impone cosas como esta:

"Artículo 32- La Consejería competente en materia de educación incorporará la realidad lésbica, gay, bisexual, transexual, transgénero e intersexual en los contenidos transversales de formación de todo el alumnado de Madrid."

¡Todo el alumnado! Sin excepciones...

¿Quieres que los niños sean educados por las organizaciones que dicen representar a los homosexuales, como por ejemplo las que organizan las fiestas del “orgullo gay”?

¿Quieres que los miembros de esas asociaciones impartan clases de igualdad y sexualidad a todos los niños madrileños?

Según esta ley, en los colegios obligatoriamente les explicarán a los niños que pueden elegir su sexo y que es estupendo cambiarlo. Y utilizarán para ello libros como el titulado El niño perfecto, en el que enseñan a los chicos a vestirse como niñas.

La ley que ha aprobado la Asamblea de Madrid contiene lo peor de la vieja Educación para la Ciudadanía y propone a los niños en los colegios y de manera obligatoria modelos de comportamiento, por ejemplo, lésbicos.

Además la ley da un paso más y condena a los que se atrevan a cuestionar este modelo educativo. El artículo 72 de la ley dice que multará con 45.000 euros a la persona que intente enseñar que la heterosexualidad es la forma natural de comportamiento, o a quien trate de explicarle la realidad a un niño que dice tener un sexo distinto del que tiene. Padres, abuelos, sacerdotes y profesores corren riesgo de terminar pagando enormes multas por causa del artículo 72 de esta ley:

“La promoción y realización de terapias de aversión o conversión con la finalidad de modificar la orientación sexual o identidad de género de una persona. Para la comisión de esta infracción será irrelevante el consentimiento prestado por la persona sometida a tales terapias.”

Por favor movilízate. Ya sé que estamos en pleno verano y que algunos tienen la cabeza en otras cosas. Pero eso es lo que están utilizando precisamente quienes quieren manipular a nuestros hijos.

¿Puedes sumarte a esta campaña y compartirla con todos tus familiares, tus amigos y tus contactos?

-----
(1) Aquí tienes más información sobre esta ley:
====================
tutti gli errori ideologici del PD? sono finiti tutti in M5Stelle ] [ Sergio DiM ha condiviso con te il post di paolo boschetto. Non so se è un PDiino camuffato da 5 stelle, o è proprio autentico, in ogni caso è di sicuro un cretino  paolo boschetto: Dai un'occhiata al Tweet di @livadia1912: https://twitter.com/livadia1912/status/754555798538313729?s=09
immagine non visualizzata
Nicola II Romanov su Twitter: "Quindi secondo tanti costoro rappresenterebbero il "nuovo"! La "svolta"? Nn sono uguali al #pd? Ma come state messi? "
@livadia1912 Per me al governo ci può andare chiunque che non sia comunista, filo comunista, post comunista, o PDidiota. Paperino sarebbe ok. Claud...

====================
Sergio DiM ha condiviso un post con STOP FOLLIA GENDER: Sergio DiM: L'arroganza dei nazigaysti
http://bit.ly/29Nkl5v immagine non visualizzata: Identità sessuale, ddl al Senato contro chi ostacola o reprime l'orientamento dei minori. Pena fino a 2 anni di carcere - Il Fatto Quotidiano: Reprimere o ostacolare la scelta dell’orientamento sessuale di un minore “deve essere punito”. Fino a
Diritti

Fino a 2 anni di carcere e 50mila euro di multa se a commettere il reato sono gli addetti ai lavori: psicologi, pedagogisti, consulenti, educatori e assistenti sociali. La proposta di legge presentata da alcuni senatori del Pd (primo firmatario Sergio Lo Giudice), di Sinistra italiana, delle Autonomie e del Misto
di F. Q. | 17 luglio 2016
Commenti (23)  

    2,4 mila

Più informazioni su: Senato

Reprimere o ostacolare la scelta dell’orientamento sessuale di un minore “deve essere punito”. Fino a 2 anni di carcere e da 10mila a 50mila euro di multa, oltre alla sospensione dalla professione, se a compiere la forzatura sono gli “addetti ai lavori”: psicologi, pedagogisti, consulenti, educatori, assistenti sociali. E’ la proposta contenuta in un disegno di legge depositato al Senato da alcuni senatori del Pd (primo firmatario Sergio Lo Giudice, e c’è anche Monica Cirinnà), di Sinistra italiana (fra cui la capogruppo Loredana De Petris), delle Autonomie e del Misto.

Il ddl “Norme di contrasto alle terapie di conversione dell’orientamento sessuale dei minori” è composto da tre articoli, che definiscono il campo d’azione, i destinatari e le sanzioni, e mira a regolare i comportamenti, spesso subdoli, volti a scoraggiare una libera elaborazione dell’identità sessuale, che rientra nella libera espressione della personalità tutelata dalla Costituzione.

L’articolo 1 specifica che per “conversione dell’orientamento sessuale si intende ogni pratica finalizzata a modificare l’orientamento sessuale di un individuo, inclusi i tentativi di modificare i comportamenti, o le espressioni di genere, ovvero di eliminare o ridurre l’attrazione emotiva, affettiva o sessuale verso individui dello stesso sesso, di sesso diverso o di entrambi i sessi”.

Chi siano gli interessati dalle sanzioni è invece specificato nell’articolo 2: “Chiunque, esercitando la pratica di psicologo, medico psichiatra, psicoterapeuta, terapeuta, consulente clinico, counsellor , consulente psicologico, assistente sociale, educatore o pedagogista, faccia uso su soggetti minorenni di pratiche rivolte alla conversione dell’orientamento sessuale è punito con la reclusione fino a due anni e con la multa da 10mila a 50mila euro. La condanna comporta la pubblicazione della sentenza e la confisca delle attrezzature utilizzate”.

Infine, all’articolo 3, è previsto che “se la condotta è posta in essere nell’esercizio di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dallo Stato, la condanna comporta la sospensione dall’esercizio della professione da un minimo di un anno a un massimo di cinque anni”. Nel testo si precisa che non sono soggetti a sanzione, ed anzi incoraggiati, gli interventi “che favoriscano l’auto-accettazione, il sostegno, l’esplorazione e la comprensione di sé da parte dei pazienti senza cercare di cambiare il loro orientamento sessuale”.

Il problema è emerso a livello globale dopo il caso di Leelah Acorn, la 17enne transgender americana che il 28 dicembre 2014 si gettò sotto un camion a seguito del rifiuto categorico della famiglia ad accettare la sua identità. I genitori, guidati dalle loro convinzioni religiose, avevano respinto la “rivelazione” e tentato di “curare” il figlio, rivolgendosi a terapeuti specializzati nella cosiddetta “terapia di conversione dell’orientamento sessuale”, una pratica stigmatizzata dalla letteratura scientifica e dal mondo accademico ufficiale. Oggi Leelah è diventata un simbolo per la comunità Lgbti (lesbiche, gay, bisessuali e trangender e intersessuati) di tutto il mondo.

Come viene ricordato nella relazione al ddl (firmato anche dai senatori Bocchino, Capacchione, Cardinali, Dalla Zuanna, Gatti, Guerra, Idem, Lo Moro, Lumia, Mastrangeli, Orellana, Palermo, Pegorer, Ricchiuti e Spilabotte) il presidente Barack Obama ha annunciato nell’aprile 2015 il suo sostegno ad un disegno di legge dedicato a Leelah Alcorn. L’obiettivo è bandire i trattamenti di conversione dell’orientamento sessuale sui minori e arginare in questo modo i danni derivanti dalle violenze inflitte alla sfera più intima dei giovani Lgbti.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/17/identita-sessuale-ddl-al-senato-contro-chi-ostacola-o-reprime-lorientamento-dei-minori-pena-fino-a-2-anni-di-carcere/2913488/
==============

Pakistan, la modella Qandeel strangolata dal fratello: sfidava le regole dell’Islam. Per la polizia è “delitto d’onore”. aveva 26 anni ed era diventata nota per le proprie posizioni provocatorie con cui cercava di rompere la rigida tradizione musulmana. Era stata criticata più volte dai religiosi islamici. Aveva chiesto protezione al governo, ma ha trovato la morte nella casa dei genitori
di F. Q. | 16 luglio 2016 Più informazioni su: Islam, Islamabad, Pakistan
Ventisei anni, modella, nota per le sue prese di posizione provocatorie, aveva perfino promesso uno spogliarello se il Pakistan avesse vinto una partita di cricket Qandeel 3contro l’India. Così Qandeel Baloch aveva passato il segno, non rispettava e anzi sfidava le regole della tradizione musulmana: per questo il fratello Wasim, 30 anni, l’ha uccisa nella casa dei loro genitori, a Multan City, nel Pakistan centrale. E il commissario di polizia che coordina le indagini ha già parlato di “delitto d’onore“. Qandeel è stata soffocata, il rapporto degli investigatori parla di “segni sul collo”. Wasim l’aveva minacciata più volte per le foto che lei pubblicava su Facebook. Ora è latitante e ricercato dalla polizia.
QandeelNata in quartiere povero di Dera Ghazi Khan (nella provincia di Punjab) la Baloch, che si chiamava inizialmente Fauzia Azee, si era dovuta rimboccare le maniche fin da piccola facendo lavori di ogni genere e riuscendo però ad un certo punto a farsi assumere come hostess da una compagnia di autobus per il trasporto di passeggeri. Recentemente il quotidiano The Daily Pakistan le aveva dedicato un ampio reportage intitolato “La storia di Cenerentola Quandeel: come una hostess di autobus è diventata una discussa reginetta di Karachi“.
Qandeel (1)Sicura di sé e stregata dal mondo dello spettacolo, pur sapendo quello che ciò implicava nella realtà del Pakistan, la giovane aveva deciso di trasferirsi nel 2007 in Sudafrica per dare sfogo alle sue ambizioni. Dopo esperienze anche in vari Paesi d’Europa ed in Medio Oriente, era tornata anni fa nella sua terra natale, suscitando subito l’entusiasmo dei suoi fan, ma anche severe critiche da parte dei religiosi islamici. Questo le aveva causato problemi di incolumità tanto che aveva scritto tre settimane fa al ministero Qandeel (2)dell’Interno sostenendo, anche in una conferenza stampa, di essere minacciata e chiedendo quindi protezione da parte della polizia.
Fra gli annunci che quest’anno avevano fatto scalpore, la promessa di esibirsi in uno spogliarello se il Pakistan avesse vinto un match con l’India (poi perso) nei mondiali T20 di cricket, dedicato al capitano Qandeel (3)della squadra, Shahid Khan Afridi. Un altro episodio che aveva appassionato i media era un incontro in un hotel con uno studioso dell’Islam, il Mufti Kavi, che le aveva chiesto di diventare sua moglie. Il religioso, che in un primo tempo era rimasto in silenzio, aveva però poi mutato la sua posizione sostenendo che nell’incontro si era limitato ad impartire alla modella lezioni di Corano.
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/07/16/pakistan-la-modella-qandeel-strangolata-dal-fratello-sfidava-le-regole-dellislam-per-la-polizia-e-delitto-donore/2911732/
=======================
https://www.youtube.com/watch?v=ZiwK2sa-3vk
Angels and Demons Captured on Film Caricato il 08 mag 2009

http://www.formerthings.com
===============
Unseen Satan face in WTC Smoke 9/11. AllPowerIsGod Pubblicato il 23 apr 2013
Satan's depiction from the film Legend Lord of Darkness Matches the image nearly perfectly, notice the same eye ridge protrusion and cleft chin. The image below is the one I speak of. http://blog.grimstonestudios.com/wp-content/uploads/2011/10/MG_65181.jpg
This is a never before seen, well it may have been seen. But it has never been pointed out, or notice. Satan face appears to blatantly form, showing two large horns. Google the movie "legend lord of darkness" and you will see Satan depicted with the same cleft as the image that appeared in the WTC smoke. All glory be to Jesus and the father,those two are the only he fears and all who are near to Christ, is always protected.
https://www.youtube.com/watch?v=Yb0-aC89hIs

=================
https://www.youtube.com/watch?v=cV8FwsLdSY8



satan's figure can be seen on 0:27 and GODs Face on 0:57/58 sec
mRwhite298
mRwhite298  https://www.youtube.com/watch?v=c7O86vUq1QU

https://www.youtube.com/watch?v=H6va_5Wf2Pc

https://www.youtube.com/watch?v=WNqXQ91GIpM

https://www.youtube.com/watch?v=2NtG9dCGLi8

https://www.youtube.com/watch?v=AYxKRoONrfY

https://www.youtube.com/watch?v=4XIkqGE21-0

https://www.youtube.com/watch?v=8qyc_Y2s9go

https://www.youtube.com/watch?v=WDy0vnP7VMQ

https://www.youtube.com/watch?v=ZV0hUldrYp4

https://www.youtube.com/watch?v=o8BsS1t9igE

https://www.youtube.com/watch?v=EoBfpP4pMRk

https://www.youtube.com/watch?v=zz8BM3aquWU

https://www.youtube.com/watch?v=meIDz98MFBs

https://www.youtube.com/watch?v=eo9Zq649Mf0

https://www.youtube.com/watch?v=NfXybggH4Qo

https://www.youtube.com/watch?v=C7i7hsXlx2o

https://www.youtube.com/watch?v=-zmQNE9dU8U

https://www.youtube.com/watch?v=3bHAn5i4NiE

https://www.youtube.com/watch?v=crdd8BFzxVo
===========

https://www.youtube.com/watch?v=780TCApBITU Why the Quran Is a Pile of Lies?
Grace Bride 06 gen 2011 The Qur'an is a pile of foolish lies. Archeology has proved that islam is not an Abrahamic faith but a revival of pre-islamic paganism (the pagan rituals in Mecca). Take a look at all these evidences:
1. The Qur'an is filled with Contradictions
2. Abrogation & Cancellation in the Qurann
3. Allah did not have any common sense
4. Allah does not know the past, nor the future
5. the Qur'an is not based on facts, but stolen distorted beliefs from Judaism and Christianity, mixed with the Mohammedan idolatry and illiterate imagination. 6. The morals of the Qur'an Author
7. Mohammed peddled Allah's word for sex and wealth
8. Mohammed spread Allah's word by sword and fear
9. Mohammed encouraged Falsehood
10. The Qur'an Permits Breaking Oaths
11. The burned Qur'ans
12. Qur'an verses eaten by Aisha's Goat
13. The Qur'an is filled with Hate Speech
14. Qur'an contradicts Science
15. Sin is Righteousness in the Qur'an
===================

https://www.youtube.com/watch?v=1yU87JMtzEo Tsunami Miracle: What Islam could not do - Jesus Christ does by Saving People
prffsrx 22 lug 2009 http://escapeislam.blogspot.com
This woman is now a former Muslim because when she called on the name of the Lord Jesus Christ, she was saved along with those villagers around her from a recent Tsunami Disaster which hit Indonesia. The fact that militant Muslims are enraged and desire to kill former Muslims who testify of the Power of Christ today, is evidence that Islam promotes the same hatred for God and Jesus that drove people to crucify Jesus Christ on a Roman cross. But those God-haters could do nothing to stop His Resurrection yesterday nor can they stop the message of the life-changing power of God today, which alone can take a person who was once spiritually dead before Gods eyes to being made alive through faith in Jesus Christ. (Ephesians 2:1) It is the same hatred that drives Atheists and others who serve "the god of self" to reject and dismiss the good news of Jesus, because God is Holy and holds people accountable for how they live. (Romans 1:16-32)
 http://video.google.com/videoplay?docid=7590036546445502745
And this also goes for those who call themselves "christians." There is a judgment for those who claim to know the Lord Jesus. Some of those who call themselves christians, are not, because their heart is not for the things of God. They just want to just get by doing their own thing and not represent Christ on the earth. Read Matthew Chapter 25:1-46 and you will see for yourself what happens to those "christians" who are wicked (live like there's no God) and lazy (filled with apathy and selfishness). This cozy lukewarm, relativistic lazy apathetic "christianity" where you are permitted live however you wish and "coexist" with sin and idolatry will one day lead you to a Christ-less eternity. Why? Because when Jesus Christ sees certain people (even though they may call him Lord Lord) He will say to them "Depart from me I never knew you? What Jesus is saying is that they were never intimately acquainted with Jesus and they do not bear His image or reflection when He looks at them. They did nothing for the poor, hungry, those without clothes, and did not visit those who were sick or in prison. They did not allow Jesus to live His life through them and love their neighbor. When all was said and done they avoided surrendering their life to Jesus. They did not live the Kingdom of God on the earth. Talk is real cheap. You cant shuck and jive talk your way into Gods heaven. God sees right through it. Those who misused their God-given talents and abilities for themselves on Earth, as scripture says buried them in the ground, God Himself calls them wicked and lazy servants in Matthew 25:26. God then calls them an unprofitable, worthless servant and are caste into outer darkness where there is weeping and gnashing of teeth. (Matthew 25:30) And Carlton Pearsons Gospel of inclusion cannot save you.

Even those who dont believe in Jesus are disgusted by the hypocrisy they see in the lives of those who call themselves Christians today. Some of them act just as bad and wicked as experts in the world. Question to the Christian: When Jesus Christ sees you, does He the image of Himself or the image of Satan? God will hold everyone accountable for what they go do with Jesus and how they reflect his life on the earth. Many Christians in America need to get on their faces and repent make a 180 degree turn toward God and sit at the feet of Christ and ask God for mercy and forgiveness. And no Oprah cannot save you! When Jesus Christ said, I AM the Way, the Truth, and the Life, no one comes to the Father except though Me in John 14:6, He meant what He said. This is why we all need the mercy of God and a heart to serve Him as the Lord (Owner) all the way to eternity.

prffsrx http://video.google.com/videoplay?docid=7590036546445502745
==================
https://www.youtube.com/watch?v=tqRBTEmEeF4 Hindu Girl Preeti turn to Lord Jesus Testimony 19 gen 2014
Ex-Hindu girl meets Jesus and asks him "why is there only 1 way to you"?
Brie Hoffman http://brie-hoffman.hubpages.com/hub/Are-All-Religions-Equal This woman asks Jesus why there is only one way to God and Jesus answers her!
Marsha Altidor AMENN!!!
jamie dehart FOR WHAT IS A  MAN PROFITED IF HE SHALL GAIN THE WHOLE WORLD AND LOSE HIS OWN SOUL!!!     MATTHEW   16:26       jesus said i am the way and the truth and the life. no one comes to the father except through me.  john 14:6     amen          [jesus]   JESUS IS SO AWESOME !!     1 888 need him
======================
https://www.youtube.com/watch?v=f9qjUN1vjG8
Jesus Saves - Amazing Testimony of a Hindu Brahmin Lady
Jeswin Rebello 14 ott 2013 Jesus Saves a Hindu Brahmin Lady from the Demonic forces.
==================
Islamic idolatry! https://www.youtube.com/watch?v=oq65S64oBzs Islamic idolatry! Islamic idolatry! alen bi Thahira Begum [ 2 anni fa
See this link. http://www.answering-christianity.com/black_stone.htm xtremeownage2 Muslims only worship Allah. The Kaaba is the direction of salath for unity. Muslims ONLY worship Allah who is beyond all material and physical things.

==========================
https://www.youtube.com/watch?v=PLoR7bKRlZ0 MORE THAN DREAMS - The Story of Mohammed - [COMPLETE] with English Subtitles
ARYZerubbabel https://youtu.be/PLoR7bKRlZ0 ARYZerubbabel  26 ago 2012
Mohammed (Nigeria) - This Fulani herdsman in Nigeria found the deep love and lordship of Jesus Christ through a series of remarkable dreams. Jesus' appearance in those dreams altered the course of his life. Though his father tried to kill him in the wake of his conversion, he survived the various attempts on his life and eventually led his father to faith in Christ.
In Hausa * 45:50 minutes. All the realism of the original languages with ENGLISH SUBTITLES.
Presented here thanks the kindly partnership of http://morethandreams.org/.
God bless you by this wonderful personal testimony!
===============
https://www.youtube.com/watch?v=bc4A3eiUTJo Jesus Christ revealing Himself to Muslims, Islamic Followers. DivineRevelations Spiritlessons https://youtu.be/bc4A3eiUTJo
DivineRevelations Spiritlessons Caricato il 10 gen 2011. Here the account of how these Muslims met Jesus Christ. The Story of Fariborz, Hanene, Hanife, Hassan, Hormoz and Kadia. A Muslim Journey to Hope presents the stories of people who have had a life-changing experience. Each story is true, and each story is different. Yet they are as different as the lives of each person: Women and men. Young and old. Rich and poor. From many countries in the world. Each story tells how each of these people has found hope.
=================
https://www.youtube.com/watch?v=gu8PRqdJJNY Iranian Muslim Leader found Lord Jesus Christ....Dr. Daniel Shayesteh
OJLMINISTRIES  29 set 2011 A former revolutionary guard commander and government official Dr. Daniel Shayesteh converts to and preaches Christianity "DISTRIBUTING LIVING BREAD TO THE DYING WORLD"
www.ourjesuslives.org OJLMINISTRIES
===========
https://www.youtube.com/watch?v=rQKp66nGXHY Ex Muslim Testimonies - (full movie)
28 dic 2010 This video was put together using various source material from http://www.youtube.com/user/Muslims4J... to be an effective witnessing tool for followers of Islam. It contains two powerful testimonies from former Muslims as well as the standard DVD tract.
VerseByVerseBT
==================

The BEST stories of People who have seen HEAVEN and HELL. https://youtu.be/WNqXQ91GIpM
SpiritLessons DivineRevelations Pubblicato il 06 nov 2012

Hear the awesome stories of 16 people, who were eyewitnesses of the SUPERNATURAL, and saw Life after Death, Jesus, Angels, Heaven and Hell.
======================

Haaretz stronca i M5S. "Sono apertamente ostili a Israele, ma allora perché vengono in visita qui?". Così Haaretz, citato in breve da La Stampa, stronca la recente missione dei parlamentari Cinque Stelle.
===========

Su Pagine Ebraiche 24, la Newsletter quotidiana di metà giornata, oggi i pensieri di Paolo Sciunnach e di Anna Foa. Nella sezione pilpul una riflessione di Daniela Fubini. @Le_CRIF
17 lug Suite à l'#AttentatNice, point d'écoute avec les psychiatres & psychologues de l'@OSE_France ce lundi
 #PE24BreakingNews
Aggiornamenti regolari e notizie provenienti dal mondo ebraico, sulla homepage del portale dell'ebraismo italiano www.moked.it oppure seguendo il link diretto http://bit.ly/1uQoBHo
Le notizie vengono pubblicate anche su twitter, @paginebraiche, con l'hashtag #PE24BreakingNews.
 "Vivere con un doppio binario Israele, esempio per l'Europa"
"Vivere con un doppio binario. Vivere sapendo che il rischio sta dentro l'angolo e quindi saperlo intercettare e al tempo stesso sempre accettare di vivere la massima quotidianità con la massima spensieratezza".
Intervistata dal direttore di Rainews24 Antonio Di Bella, la presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni è stata ieri ospite a Saxa Rubra di uno spazio di approfondimento dedicato alla minaccia del terrorismo e alla risposta israeliana all'odio.
"L'invito - ha sottolineato nell'occasione - è a non avere il timore di insegnare oggi ai nostri figli in Europa di saper leggere questi segnali, di saper partecipare alla lettura di questi rischi e di questi pericoli. Si impara a vivere con la paura ma senza generare terrore. La sfida è sapere che esiste un rischio, ma non avere il terrore addosso".

Nizza, ancora sei gli italiani dispersi. Ancora incerta la sorte dei cittadini italiani che risultano dispersi dopo l'attentato terroristico di Nizza. La lista si è ridotta a sei nomi, di cinque si conosce l'identità. Sono, come scrive tra gli altri Repubblica, Angelo D'Agostino e Gianna Muset, una coppia di anziani di Voghera e i loro amici, Mario Casati e Graziella Ascoli, di 90 e 77 anni. Probabilmente insieme a questo gruppo c'era anche una quinta persona di cui non è ancora stata diffusa l'identità. La lista dei dispersi si chiude con Carla Gave, iI figlio della coppia di Voghera.
Ieri, in tarda mattinata, una buona notizia a smentirne un'altra di segno opposto: la famiglia di Sal Sermoneta, un ebreo italiano residente in Canada, è stata rintracciata a Londra dopo che i parenti, nella serata di sabato, avevano segnalato all'unità di crisi della Farnesina la scomparsa di Sal stesso, della moglie e della figlioletta.

======================
  
Sergio DiM: L’Associazione Americana di Pediatria esorta gli educatori e i legislatori a respingere tutte le politiche che condizionano i bambini ad accettare come normale una vita di personificazione chimica e chirurgica del sesso opposto. Sono i fatti a determinare la realtà, non l’ideologia. http://it.aleteia.org/2016/07/15/associazione-americana-pediatria-ideologia-genere-abuso-infantile/?ru=807a990a10841d520da01654ee5498b6
Associazione Americana di Pediatria: l’ideologia di genere è un abuso infantile! L’Associazione Americana di Pediatria esorta gli educatori e i legislatori a respingere tutte le politiche che condizionano i bambini ad accettare ...

================

Watch Netanyahu's 2014 Prediction of Terror in France; united with Israel   
WATCH: Netanyahu’s Message to Abbas that Every Palestinian Must Hear   
Massive Palestinian bomb attack thwarted in Jerusalem     ISIS claims responsibility for Nice terror attack   

    WATCH: In 2014, Netanyahu predicted terror in France
    CNN finally adds Palestinian attacks against Israelis to terror list
    2 IDF soldiers killed, 3 wounded in accident on Syrian border
    Failed coup in Turkey: 250 dead, over 1,400 wounded
    WATCH: Turkey is united, Erdogan says
    Turkish ex-military attaché to Israel said to lead failed coup
    Erdogan demands US extradite cleric allegedly behind coup
    Iran marks nuclear deal anniversary by firing missile
    Polish minister denies country’s liability for pogroms against Jews
    WATCH: French Woman Warns Israeli Journalist, ‘You Are Not Safe Here’
    Trump presents running mate Mike Pence
    Senate Democrats call to extend Iran sanctions
  ===================

Renzi, indagato il cognato: “Riciclaggio di denaro”. La biblioteca di Pandora: "Il bombardamento etico" di Costanzo Preve. Secondo il Pm riciclò danaro sottratto all’Unicef http://quifinanza.it/soldi/renzi-indagato-il-cognato-riciclaggio-di-denaro/74852/
Pubblicato il 17 lug 2016 https://youtu.be/gTYADWNgykM
Alberto Melotto e Paolo Borgognone continuano la riflessione sulla figura di Costanzo Preve. In questa puntata il libro in questione è "Il bombardamento etico"

===============

La biblioteca di Pandora: "Il bombardamento etico" di Costanzo Preve [ islamici ustascia croati nazisti del genocidio terroristico separatista UCK: loro hanno fatto il genocidio non i serbi ]
17 lug 2016

Alberto Melotto e Paolo Borgognone continuano la riflessione sulla figura di Costanzo Preve. In questa puntata il libro in questione è "Il bombardamento etico".

==================
"This calls for patient endurance on the part of the people of God who keep his commands and remain faithful to Jesus."
(Revelation 14:12) FAITHFUL TO THE END: Patient endurance is an oft repeated theme throughout the New Testament. But it seems to be one theme we don’t talk about or preach about much. Yet it is a constant challenge for members of the persecuted church.
Since 1975, Bengali pastors in Bangladesh have faced increasing persecution for preaching the gospel. Some are beaten, imprisoned or even killed. As a result, their wives and children often face isolation. They are verbally and physically abused, and they face extraordinary challenges to remain free from bitterness. Pastor Mir wanted to take the Gospel to a place in Bangladesh that had not heard about Jesus. So he brought his wife Anjali and their children to a Muslim community that had never seen a Christian before. The  community thought that Christians must look different somehow. Christians seemed so foreign to them. So they came to see what Christians looked like and introduced themselves.
Over the next several years, people began opening their hearts to the message of Jesus. But, not everyone responded so positively. Some in the village pressured the Mirs to leave. Nonetheless, they stood strong in their faith. Then one night, Anjali heard a loud noise. Someone was shot. Her husband had been walking to the market when two men caught him, shot him in the mouth and he fell on the ground. Then they took a dagger and stabbed him in the critical points of his body.
After a long while, Mrs. Mir heard that the man who had been shot was her husband. Though she longed to go to him, she knew her two small children required her care. So she could not leave her home. She was thinking, He’s going to die, and I have two boys. What am I going to do? How am I going to raise my two boys? When Pastor Mir told onlookers he was dying, some fellow believers defied the threat of his attackers, and took him to a hospital. Miraculously, he survived. After years of extensive medical treatment, he is preaching again, but his injuries continue to plague him. His wife still worries over her children’s safety—and faces the challenge of helping them understand why their father was attacked.
Despite persecution, Pastor and Mrs. Mir are committed to staying in their village for the sake of their new Christian brothers and sisters. Anjali says, “If we leave, then there will be no church and the people who have just put their faith in Jesus, may fall away.”
The real cry of their heart is wanting to be faithful to Jesus to the end.
RESPONSE:
Today I will keep Jesus’ commands and practice patient endurance.
PRAYER:
Ask God to enable workers in areas of persecution to endure patiently the challenges they face for the sake of Jesus and His church.
============================

La Chiesa, attraverso il Diritto Canonico, indica al canone 1024 quale sia la prima condizione per ricevere validamente l’ordinazione, sia essa diaconale, sacerdotale o episcopale.

In base a questo canone, la prima condizione del soggetto per l’ordinazione è quella di essere uomo: “Riceve validamente la sacra ordinazione esclusivamente il battezzato di sesso maschile”.

Da ciò deriva il fatto che, in via di principio, la condizione omosessuale di un chierico non può essere addotta come causa di nullità della sua ordinazione, perché a livello “materiale” rispetta la condizione stabilita dal diritto, trattandosi fisiologicamente di un maschio.

È ovvio che se un omosessuale arriva ad essere ordinato, tra le altre cose gli si richiede, come a tutti gli omosessuali, la castità ­ “Le persone omosessuali sono chiamate alla castità” (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 2359) ­, e il sacerdote in questione ne deve essere ben consapevole.

Nei casi in cui il comportamento del chierico omosessuale potesse essere motivo di scandalo, gli si dovrà proibire l’esercizio del ministero a favore del bene personale, del bene comune e del buon nome della Chiesa. Non si può dunque cadere nell’idea semplicistica di considerare l’omosessualità una controindicazione assoluta che rende invalido il sacramento dell’ordine.

Ricordiamo che il fatto in sé di essere omosessuali o, il che è lo stesso, di avere la tendenza omosessuale non è peccato; il peccato è costituito dagli atti omosessuali.

“La Tradizione ha sempre dichiarato che gli atti di omosessualità sono intrinsecamente disordinati. Sono contrari alla legge naturale. Precludono all’atto sessuale il dono della vita. Non sono il frutto di una vera complementarità affettiva e sessuale. In nessun caso possono essere approvati” (Catechismo, n. 2357).

Sia al sacerdote omosessuale che a quello eterosessuale si richiede quindi il celibato, e ancor più la castità. Se il sacerdote è religioso, la castità dev’essere osservata a maggior ragione in virtù del voto pubblico, vedendo nella castità una beatitudine.

Entrare nel dibattito sull’idoneità degli omosessuali ad essere ammessi all’Ordine sacro è già un’altra questione, con ripercussioni soprattutto nel campo della formazione nei seminari.

Il fatto che l’omosessualità non sia causa di nullità, o almeno non compaia nella lista delle sei irregolarità per ricevere gli ordini (Can. 1041), non significa che la condizione o la tendenza omosessuale debba essere trascurata o che si debba accettare nei candidati al sacerdozio. Perché? Perché l’omosessualità implica una seria problematica personale.

Il fatto di sperimentare “tendenze omosessuali profondamente radicate” (Catechismo, n. 2358) impedisce una maturità affettiva necessaria in qualsiasi ambito di vita, inclusa la vita matrimoniale.

Se si richiede una maturità affettiva per il matrimonio, a maggior ragione si richiede per la vita sacerdotale, nella quale il sacerdote è chiamato a trattare con bambini, giovani e adulti di ogni età. È importante formare bene i seminaristi e orientarli alla maturità – in tutta l’estensione del termine, maturità necessaria per essere all’altezza del servizio ecclesiale affidato loro.

Bisogna tener conto del fatto che ogni sacerdote rende presente Gesù (vero Dio e vero uomo) attraverso la celebrazione dei sacramenti, la predicazione e il suo continuo servire persone di ogni età e classe sociale.

Per questo il sacerdote deve esercitare il suo ministero in modo corretto, ordinato, equilibrato e sano, con una maturità affettiva e un’integrità morale senza macchia.

L’Istruzione della Congregazione per l’Educazione Cattolica circa i criteri di discernimento vocazionale riguardo alle persone con tendenze omosessuali in vista della loro ammissione al Seminario e agli Ordini sacri, firmata il 4 novembre 2005, afferma che la Chiesa “non può ammettere al Seminario e agli Ordini sacri coloro che praticano l’omosessualità, presentano tendenze omosessuali profondamente radicate o sostengono la cosiddetta cultura gay” (n. 2). http://it.aleteia.org/2016/07/11/omosessualita-essere-motivo-annullamento-ordinazione-sacerdotale/3/
====================
Sacile, genitori anti-gender: è nato un comitato contro i progetti Arcigay
I promotori lanciano subito un incontro pubblico in teatro: «L’educazione sessuale dei nostri figli? Provvediamo noi» http://m.messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2015/07/08/news/genitori-anti-gender-e-nato-un-comitato-no-ai-progetti-arcigay-1.11743388?refresh_ce

http://it.aleteia.org/2016/07/11/omosessualita-essere-motivo-annullamento-ordinazione-sacerdotale/?utm_campaign=NL_it&utm_source=daily_newsletter&utm_medium=mail&utm_content=NL_it

==================

de Maistre Serate S. Pietroburgo:
UN POPOLO DELLA FAMIGLIA IMBAVAGLIATO MA IN PIEDI!

Grande successo della manifestazione di piazza promossa dal nuovo movimento di Mario Adinolfi a Torino

Si è appena conclusa la manifestazione del PdF "Di Famiglia ce n'è una sola", tenutasi oggi pomeriggio a Torino. Molti i manifesti di cui, speriamo, sindaci come la Appendino tengano conto: "Non siamo genitore 1 e genitore 2"!
V. http://popolodellafamiglia.altervista.org/pdf-imbavagliato-piazza-torino/
immagine non visualizzata
  
Il Pdf imbavagliato in piazza a Torino | Popolo della Famiglia
Manifestazione di piazza a Torino del Popolo della Famiglia per protestare contro le scelte del sindaco Appendino: la famiglia è una sola
=============
Amici del Timone Roma ha condiviso un post con STOP FOLLIA GENDER
Amici del Timone Roma:
OGGI PER RIDIRE A TORINO: DI FAMIGLIA CE N'E' UNA SOLA!
Oltre ad indignarsi e postare, oggi pomeriggio, a piazza Palazzo di Città, chi può scenda in campo per partecipare all'unica manifestazione politica convocata contro l'equiparazione della famiglia alle unioni gay
Per la difesa della famiglia e dei nostri figli e nipoti indignarsi o cliccare "mi piace" non basta! Personalmente abitiamo a Roma e ci è impossibile prendere fisicamente parte all'iniziativa che, Il PdF-Torino, ha convocato a partire...
Hai ricevuto questa email perché sei iscritto a STOP FOLLIA GENDER su Google+.
Disattiva Amici del Timone Roma per non ricevere più le sue notifiche. Cambia i tipi di notifiche che puoi ricevere da questa community.Questa notifica è stata inviata a PERSECUTED CHURCH (persecuted-chur-1641@pages.plusgoogle.com). Per aggiornare il tuo indirizzo, vai alle impostazioni di recapito delle notifiche. Annulla iscrizione a queste email.
Google Inc., 1600 Amphitheatre Pkwy, Mountain View, CA 94043 USA
OGGI PER RIDIRE A TORINO: DI FAMIGLIA CE N'E' UNA SOLA!
Oltre ad indignarsi e postare, oggi pomeriggio, a piazza Palazzo di Città, chi può scenda in campo per partecipare all'unica manifestazione politica convocata contro l'equiparazione della famiglia alle unioni gay
Per la difesa della famiglia e dei nostri figli e nipoti indignarsi o cliccare "mi piace" non basta! Personalmente abitiamo a Roma e ci è impossibile prendere fisicamente parte all'iniziativa che, Il PdF-Torino, ha convocato a partire dalle ore 15 a piazza Palazzo di Città davanti al Comune ma, anche in queste ultime ore, stiamo cercando do fare tutto il possibile per divulgare e coinvolgere amici piemontesi. Se potessimo ci uniremmo sicuramente oggi pomeriggio a tanti amici che andranno a manifestare a Torino con il sit-in silenzioso contro il nuovo sindaco Chiara Appendino. Tutti sventoleranno la bandiera del Popolo della Famiglia con qualche copia anche della Costituzione alla mano. Sì, perché l'art. 29 lo riconosce: “di famiglia ce n’è una sola”!
https://plus.google.com/102367369870721394918/posts/Nr4jftJqzrq
=====================


"Record my misery; list my tears on your scroll — are they not in your record?"
(Psalm 56:8) TEARS OF SUFFERING Somewhere in this world a persecuted Christian might be crying right at this moment. It might seem that their tears are in vain and simply drop to the ground. But ages ago King David was convinced that God was interested in his tears. In the passage noted above, alternate translations for listing tears on a “scroll” include putting tears in a “bottle” or “wineskin.”
Today in the Middle East it is not uncommon to see a collection of oddly-shaped bottles, labelled only as “sprinklers.” But in ancient Middle Eastern times these bottles were known as “tear-catchers.” When a husband went off to war, his wife would collect her tears for him in a bottle. On his return she would hand him the bottle as proof of her love. In times of death or serious trouble, family members would bring their tear-catchers and collect tears from all the people present. Sometimes the tears would be stored in a small round jar with a lid. These tear bottles represented the sorrows of the family; tears serving as a message in a bottle. In those days each person was buried with his or her tear bottle; archaeologists have found many of these bottles in ancient tombs.
In the days of King David of Israel the bottle was more likely made of animal skin. David was a man who went through a lot of suffering and persecution. David had no doubts: his tears were not shed in vain, but were collected by God. The words in Psalm 56 could also be those of our persecuted brothers and sisters. They serve as a reminder for us to “treasure” their tears.
The words of David are still true today. People try to trample on our brothers and sisters; want to harm them; spy on their movements. David put his trust clearly in the Lord. In verses 3 and 4 he says, “When I am afraid, I put my trust in You. In God, whose word I praise—in God I trust and am not afraid. What can mere mortals do to me?”
Watching the moving DVD documentary, A Cry from Iran, you will be brought to tears as you see and hear the story of Iranian Pastor Haik who was martyred for his faith in the mid-1990’s. He worked tirelessly for the release from prison of Christian brother Mehdi Dibaj who was sentenced to death for apostasy. Miraculously Mehdi was released. At Pastor Haik’s funeral, a teary-eyed Mehdi Dibaj said, “I was the one who should have died, not Haik.” Six months later he too was martyred.
Recently our office for the Middle East received an Iranian “tear-catcher” as a present. The bottle helps us to remember the tears of the Iranian Christians, but with them all of the Christians around the world who are being persecuted. It speaks about grief, about tears, about suffering; but also about faith and confidence in the Lord. Let us remember their tears, knowing that as one member suffers, all members suffer. And let us rejoice that someday God will wipe away all tears from their eyes and our eyes. RESPONSE:
Today I will remember those of my extended Christian family around the world who are suffering and shedding tears.
PRAYER: Pray for persecuted church believers today who may be shedding sorrowful tears of grief.

=========================
de Maistre Serate S. Pietroburgo:
TORINO: DOMANI IN #PIAZZA PER DIFENDERE LA FAMIGLIA

Domani, 16 luglio, alle ore 15, sit-in del Popolo della Famiglia a piazza Palazzo di città, con bavaglio alla bocca per i diritti dei figli e contro la cancellazione del vocabolo "famiglia" da politiche e atti ufficiali del Comune. Vds. AgenSIR:
http://agensir.it/quotidiano/2016/7/13/famiglia-torino-il-16-luglio-sit-con-bavaglio-alla-bocca-contro-sua-cancellazione-dagli-atti-ufficiali/
================
    mary cryss:
A OTTOBRE IO VOTO NO ANCHE PER QUESTO!!!!
Simone Pillon Quando ho cominciato a spiegare che dietro il governo Renzi ci sono le grandi fondazioni bancarie americane che sostengono Obama e la Clinton mi sono chiesto se sarei stato creduto. Quando ho illustrato nel dettaglio che la politica bancaria del premier era tutta orientata a consegnare le nostre banche di prossimità alle multinazionali americane qualcuno ha parlato di complottismo. Poi oggi su Bloomberg esce la conferma che il governo italiano...

==================

 ICEJ Forest of Life
Dear lorenzo,
You can be a part of an amazing witness of Christian love in Israel! By donating to the needs of Holocaust survivors, you simultaneously plant an olive tree in their honor!
How does it work?
Gifts of any amount for the Forest of Life are welcome and all are used to support the Haifa Home. For each donation of $500 the ICEJ also plants an olive tree in the Jerusalem Forest in their honor. As an additional sign of our appreciation, your name or the person you chose to honor or commemorate, will be included on the Wall of Supporters located at the Haifa Home. You will also receive an official certificate as a confirmation of your contribution.
Where does the money go?
By supporting this great cause, you directly impact the lives of elderly survivors of the Holocaust. Your donation will cover some of the expenses of running the Haifa Home, where the survivors receive the care and attention they need and deserve.
Why do the trees matter?
By planting trees, we make the desert bloom - a historical tradition in Israel! Survivors of the Holocaust were met with a barren waste land and one of their first tasks was to plant trees. The planting served a dual purpose - it helped relieve the land of its many swamps by soaking up water and eliminating a pesky mosquito problem. It also helped invite more rain into the area, allowing Israel to plant the crops which enabled the country to flourish and thrive. Olive trees are native to Jerusalem, and by reforesting the city we bring Israel back to life!
Has it already started?
YES! National representatives of the ICEJ, as well as private donors from many countries took the initiative and have already supported this great cause. We have begun planting trees in Jerusalem, while continuing and improving the great operations of the Haifa Home for Holocaust Survivors.

=================

Trump Reacts to Islamic Terror in France; CLICK HERE for Latest Israel News!
United with Israel     Clinton Cites Success in War on ISIS; Facebook Finally Shuts Down Hamas Pages
Islamic terror strikes France again; death toll reaches 84   
WATCH: Terrorist mows down crowds in French Riviera   
Netanyahu: ‘Israelis stand united with the people of France’   

    WATCH: Trump reacts to Islamic terror in France
    WATCH: Clinton cites success in war on ISIS
    Israel shows proof Hezbollah is embedded among civilians
    Facebook finally shuts down Hamas pages
    WATCH: The shocking way Palestinian mothers raise their children
    Israel at UN: Hezbollah turning Lebanon into ‘terror stronghold’
    Israeli startups raise $1.7B in 2nd quarter of 2016
    Supreme Court justice Ginsburg apologizes for bashing Trump
    WATCH: Israeli Ambassador asks Christians to stand with Israel
    Study: In Europe, Greeks have most negative view of Jews
    Living Torah: A Good King Cares About his Subjects, Not Glory
=============
mary cryss  15 lug 2016
 https://youtu.be/eLTbNc7jx_E video intervista di Gandolfini e Pillon è su youtube
https://youtu.be/eLTbNc7jx_E
============
Marco Santori:
Testimonianza da brividi di una mamma che ha venduto sua figlia ad una coppia gay.
https://plus.google.com/117153369484126449366/posts/7PvqYpWPFRi
Testimonianza da brividi di una mamma che ha venduto sua figlia a una coppia gay
https://www.youtube.com/watch?v=-b-JieJKi_g
Enrico Tolin19 ore fa
La merda del divorzio più la merda dell'utero in affitto e dei matrimoni contro natura ..... Questa è la decadenza del mondo Occidentale
geremia pace e bene4 mesi fa
al di là del fatto illogico (POCO CHIARO) del mantenimento senza che abbia alcuna potestà sulla figlia, questa donna è vittima di un contratto che non prevede recesso. L'abominio quindi viene garantito ma non la possibilità di recuperare da parte di chi lo ha fatto. E' la legge, come sempre tendente verso i gay, nonostante che quasi tutti gli esseri umani abbiano interessi contrari loro la spuntano sempre..... QUALCUNO PIU' IN ALTO EVIDENTEMENTE LO VUOLE, è lui che comanda quindi non la gente!!!!!!
===============

FRASI LIBERAMENTE TRATTE DA "LA RABBIA E L'ORGOGLIO" DI ORIANA FALLACI. 2001. Per anni, tanti, il nostro giudizio su Oriana Fallaci rimase sospeso.... https://plus.google.com/+CasaVittoria27/posts/jiu8FZ3ZhFi

==============
https://plus.google.com/+CasaVittoria27/posts/4yBzgUHPjwE
Casa Vittoria
Condivisione pubblica  -  15 lug 2016

E' ora di chiarire, una volta per tutte, cosa si intende per "Cristiano Cattolico". Non è difficile, se riflettiamo, sapere che cosa vuol dire essere cattolico… basta leggere il CATECHISMO della Chiesa Cattolica e seguirne le concezioni chiare ed inoppugnabili. Stop. Tutte le altre alchimie sono fuorvianti e dispersive. Quindi il Catechismo è "il libro delle regole" per i credenti (la maggioranza) "ordinari". Né teologi, né profani. Dovendo seguire gli studi religiosi di nostra figlia quattordicenne, non ci è dispiaciuto dare una "ripassata" al Catechismo. A distanza di 45 anni dall'ultima lettura, ci siamo accorti che decenni di Pensiero Unico avevano instillato, incredibilmente, anche nel nostro intelletto gravi distorsioni. Quali? Molte e in tantissimi campi. Una su tutte. La convinzione che un buon Cristiano Cattolico dovesse risultare come una macchiettistica rappresentazione di un individuo un po' vile, invertebrato, pavido, timoroso, imbelle, pusillanime. Sempre disposto a perdonare e a porgere l'altra guancia. Ci spiace per chi dovesse sentirsi a suo agio in questo stato d'animo, ma NON E' COSI'...! Quanto avvenuto ieri a Nizza andrà letto dai Cristiano Cattolici alla luce del Catechismo. CHE PIACCIA O MENO.
Lo riportiamo volentieri:
Catechismo della Chiesa Cattolica
PARTE TERZA
LA VITA IN CRISTO
SEZIONE SECONDA
I DIECI COMANDAMENTI
CAPITOLO SECONDO
«AMERAI IL PROSSIMO TUO COME TE STESSO»
ARTICOLO 5
IL QUINTO COMANDAMENTO
« Non uccidere » (Es 20,13).

La legittima difesa

2263 La legittima difesa delle persone e delle società non costituisce un'eccezione alla proibizione di uccidere l'innocente, uccisione in cui consiste l'omicidio volontario. « Dalla difesa personale possono seguire due effetti, il primo dei quali è la conservazione della propria vita; mentre l'altro è l'uccisione dell'attentatore ». 174 « Nulla impedisce che vi siano due effetti di uno stesso atto, dei quali uno sia intenzionale e l'altro preterintenzionale ». 175

2264 L'amore verso se stessi resta un principio fondamentale della moralità. È quindi legittimo far rispettare il proprio diritto alla vita. Chi difende la propria vita non si rende colpevole di omicidio anche se è costretto a infliggere al suo aggressore un colpo mortale:

« Se uno nel difendere la propria vita usa maggior violenza del necessario, il suo atto è illecito. Se invece reagisce con moderazione, allora la difesa è lecita [...]. E non è necessario per la salvezza dell'anima che uno rinunzi alla legittima difesa per evitare l'uccisione di altri: poiché un uomo è tenuto di più a provvedere alla propria vita che alla vita altrui ». 176

2265 La legittima difesa, oltre che un diritto, può essere anche un grave dovere, per chi è responsabile della vita di altri. La difesa del bene comune esige che si ponga l'ingiusto aggressore in stato di non nuocere. A questo titolo, i legittimi detentori dell'autorità hanno il diritto di usare anche le armi per respingere gli aggressori della comunità civile affidata alla loro responsabilità.

2266 Corrisponde ad un'esigenza di tutela del bene comune lo sforzo dello Stato inteso a contenere il diffondersi di comportamenti lesivi dei diritti dell'uomo e delle regole fondamentali della convivenza civile. La legittima autorità pubblica ha il diritto ed il dovere di infliggere pene proporzionate alla gravità del delitto. La pena ha innanzi tutto lo scopo di riparare il disordine introdotto dalla colpa. Quando è volontariamente accettata dal colpevole, essa assume valore di espiazione. La pena poi, oltre che a difendere l'ordine pubblico e a tutelare la sicurezza delle persone, mira ad uno scopo medicinale: nella misura del possibile, essa deve contribuire alla correzione del colpevole.

2267 L'insegnamento tradizionale della Chiesa non esclude, supposto il pieno accertamento dell'identità e della responsabilità del colpevole, il ricorso alla pena di morte, quando questa fosse l'unica via praticabile per difendere efficacemente dall'aggressore ingiusto la vita di esseri umani.

Se, invece, i mezzi incruenti sono sufficienti per difendere dall'aggressore e per proteggere la sicurezza delle persone, l'autorità si limiterà a questi mezzi, poiché essi sono meglio rispondenti alle condizioni concrete del bene comune e sono più conformi alla dignità della persona umana.

Oggi, infatti, a seguito delle possibilità di cui lo Stato dispone per reprimere efficacemente il crimine rendendo inoffensivo colui che l'ha commesso, senza togliergli definitivamente la possibilità di redimersi, i casi di assoluta necessità di soppressione del reo « sono ormai molto rari, se non addirittura praticamente inesistenti ». 177
=====================

PAGINE EBRAICHE Pierpaolo Pinhas Punturello, rabbino
Ieri a Palermo in via Della Libertà angolo Tommaso Gargallo è stato posto un segno indelebile in ricordo dei cento anni della nascita di Natalia (Levi) Ginzburg, palermitana di nascita e crescita per tre anni.
Mi veniva in mente, mentre si scopriva la lapide, il versetto del Levitico, 19, 24: "Quando sarete entrati nel paese e vi avrete piantato ogni sorta d’alberi fruttiferi, ne considererete i frutti come non idonei, per tre anni: saranno per voi come incirconcisi; non si dovranno mangiare."

Quattromila like, 661 condivisioni, oltre 854 mila mi piace sulla sua pagina facebook. Il cittadino Luigi di Maio potrà anche essere antipatico, e le sue tesi sul futuro politico del conflitto mediorientale saranno pure ingenue e utopistiche, se non azzardate e serenamente partigiane, ma di certo la sua visita a capo di una delegazione M5S in Israele e nella futura Palestina non può esser solo oggetto di scherno. La narrazione, forzatamente sobria, che accompagna la sua visita, è piuttosto interessante.
Segue i canali istituzionali incontrando in ambasciata italiana a Tel Aviv esponenti dell’imprenditoria (start-up) e delle associazioni NGO che combattono per i diritti umanitari in Israele. Si reca poi a Yad Vashem e al cimitero dove sono ricordate le vittime israeliane del terrorismo. Quindi va a Hebron a far visita al contingente italiano, poi a Bethlehem dove incontra la sindaca e apprezza il modello di “convivenza” fra le tre comunità religiose (musulmani, cristiani ed ebrei). Ignoro cosa gli è stato mostrato e di cosa parli il suo collega Manlio Di Stefano, ma parlare di “convivenza modello” da quelle parti è per lo meno problematico: è proprio sul nodo della convivenza che si gioca la trattativa politica interrotta. Comunque, prosegue la sua visita e incontra altri gruppi misti arabo-ebraici che manifestano legittimamente contro l’occupazione in maniera pacifica. Quindi va a incontrare lo scrittore Etgar Keret per sentire il polso degli intellettuali ebrei, e ne esce un godibile articolo di quest’ultimo sul Corriere del 10 luglio.
 
Nizza, terrore jihadista
La Francia, l’Europa, il mondo libero e democratico colpiti ancora una volta dal terrorismo islamico. “La Francia è afflitta, colpita da questa nuova tragedia. Ma la Francia è più forte dei suoi nemici. Non ci fermeremo mai nella nostra volontà di combattere il terrorismo” dichiara il presidente Francois Hollande nella notte del terribile attentato jihadista a Nizza.
Sale di ora in ora il bilancio delle vittime. Alle 8 di mattina, 84 i morti e molte centinaia i feriti.
Tra i grandi quotidiani, il Corriere della sera realizza l’approfondimento più ampio: una decina di pagine con cronache, testimonianze, analisi.
Scrive il direttore de La Stampa Maurizio Molinari: “I jihadisti conoscono il calendario e l’identità del Paese che colpiscono e li usano come strumento per diffondere il terrore al fine di ‘farvi temere la morte anche quando dormite’ come aveva promesso Abu Bakr al-Baghdadi, il Califfo dello Stato Islamico (Isis). Lo strumento dell’assalto è un camion lanciato ad alta velocità contro la folla inerme: un metodo già testato più volte da singoli jihadisti in località minori della Francia nonché emulazione di una delle tattiche dei jihadisti della ‘Car Intifada’ contro Israele”.
Vertice sulla sicurezza nella notte a Parigi, cui ha partecipato anche il presidente Hollande. Nel suo consueto discorso del 14 luglio, lo stesso aveva accennato alla possibilità di revocare lo stato d’emergenza dichiarato dopo la strage di novembre. “Scadeva il prossimo 26 luglio – scrive il Corriere – e davvero sembrava che non ce ne fosse più bisogno”.
Di fronte alla recrudescenza della minaccia terroristica il Viminale ha intanto rafforzato le misure per la tutela degli obiettivi sensibili, intensificando lo scambio di informazioni con le altre forze di polizia europee. “La decisione – si legge sul Corriere – è stata presa nel corso di una riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica con i vertici delle forze dell’ordine, i Servizi e lo Stato Maggiore della Difesa. Il vertice è stato presieduto dal ministro dell’Interno Angelino Alfano, che per stamattina ha convocato il Comitato di analisi strategica antiterrorismo”. Nonostante non ci siano pericoli specifici per l’Italia, viene spiegato, i ‘warning’ sono continui. Il rischio maggiore è rappresentato dal rientro in questi giorni di foreign fighters dai teatri di guerra della Siria e dell’Iraq”.
“La Francia ora ha due possibilità: o rimette in moto con decisione il processo di integrazione delle seconde e terze generazioni di immigrati; oppure non resta che il modello Israele, un Paese democratico dove però popoli di diversa origine vivono in modo separato”. Così il politologo Ian Bremmer in una intervista.

La presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni dichiara:
“Ancora una volta terroristi islamici colpiscono il cuore della nostra Europa, le sue conquiste culturali, i suoi valori. Sono immagini terribili quelle che arrivano da Nizza, che è oggi la città di tutti i cittadini del mondo libero e democratico. Piangiamo le vittime di questa orrenda strage, avvenuta non a caso nel momento di massima celebrazione di quei valori universali per cui anche molte generazioni ebraiche hanno con dolore combattuto. Ma non rinunciamo a vivere la nostra quotidianità come qualsiasi altro giorno. Noi siamo più forti di chi semina qualsiasi forma di odio e di chi, quelle conquiste, le vorrebbe distruggere con la violenza, con la barbarie, con il lucido assassinio di vittime innocenti. Ancora una volta lo dimostreremo restando uniti e combattendo per un futuro migliore. È però fondamentale una reale presa di coscienza del pericolo. Una minaccia che da tempo colpisce Israele e che nelle stesse dinamiche viene oggi replicata in Europa. Governi, istituzioni, comuni cittadini: è il momento di reagire in modo lucido e compatto.
Alle vittime, ai loro familiari, ai feriti, il forte abbraccio di tutti gli ebrei italiani”

Oggi all’interno dell’Ambasciata d’Italia a Tunisi, sarà inaugurato il primo Giardino dei Giusti in un Paese arabo, grazie alla collaborazione tra Gariwo e il Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale. “Un’iniziativa importante”, scrive Anna Foa sull’Osservatore Romano, perché “apre un solco, nel mondo musulmano, fra coloro che vogliono vivere in pace con i non musulmani e gli estremisti sostenitori della guerra contro gli infedeli, dei massacri, del califfato”.
 
orrore a nizza - i presidenti ucei e ari
"Europa e terrorismo islamico,
è il momento di aprire gli occhi"
"Ancora una volta terroristi islamici colpiscono il cuore della nostra Europa, le sue conquiste culturali, i suoi valori. Sono immagini terribili quelle che arrivano da Nizza, che è oggi la città di tutti i cittadini del mondo libero e democratico. Piangiamo le vittime di questa orrenda strage, avvenuta non a caso nel momento di massima celebrazione di quei valori universali per cui anche molte generazioni ebraiche hanno con dolore combattuto. Ma non rinunciamo a vivere la nostra quotidianità come qualsiasi altro giorno”.
Così in una nota la presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane Noemi Di Segni.
“Noi siamo più forti di chi semina qualsiasi forma di odio e di chi, quelle conquiste, le vorrebbe distruggere con la violenza, con la barbarie, con il lucido assassinio di vittime innocenti. Ancora una volta lo dimostreremo restando uniti e combattendo per un futuro migliore. È però fondamentale una reale presa di coscienza del pericolo. Una minaccia che da tempo colpisce Israele e che nelle stesse dinamiche viene oggi replicata in Europa. Governi, istituzioni, comuni cittadini – sottolinea Di Segni – è il momento di reagire in modo lucido e compatto.
Alle vittime, ai loro familiari, ai feriti, “il forte abbraccio di tutti gli ebrei italiani”
Interviene con una nota anche l’Assemblea rabbinica italiana. “L’Ari – si legge – esprime il suo dolore e il suo sgomento davanti al terribile attentato islamico che ha colpito Nizza. Purtroppo l’ultimo di una serie di attentati che hanno colpito l’Europa, gli Stati Uniti, Israele.

orrore a nizza - livelli di guardia
Israele lo sa
Si parla molto in queste ore, e giustamente, del modello Israele. Avanguardia tecnologica, nervi saldi, investimenti, preparazione, raccolta professionale delle informazioni. Certo la sicurezza non è un gioco, e non può essere affidata ai dilettanti. Israele lo sa. E ora che appare sempre più chiaro come lo Stato ebraico non sia un altro pianeta, da guardare a distanza e magari talvolta con un imbarazzato fastidio, ma solo l’avamposto di tutto quello che ci è caro, il presidio dei valori di convivenza e di democrazia che accomunano tutti i cittadini di buona volontà, molte cose possono cambiare.
La logica mostruosa del massacro di Nizza è precisamente la stessa che troppe volte ha visto prendere di mira, con il coltello o con autoveicoli trasformati in strumenti di distruzione di massa, civili israeliani inermi che attendevano l’autobus per tornare a casa o che passavano per strada.
Israele lo sa. E ora, chi può ancora fingere di non saperlo? Perché le preoccupazioni e i valori degli ebrei in Israele e nel mondo sono precisamente le stesse e gli attacchi a Israele e al mondo ebraico sono gli stessi rivolti infine anche a tutta la popolazione civile del mondo progredito.
Ma non basta evocare il modello Israele. Bisogna anche conoscerlo, comprenderlo nel suo vero significato. Perché, al di là delle interpretazioni di comodo, Israele non è solo dolorosamente e necessariamente forte in sicurezza. È soprattutto forte in tutto quello che i terroristi, ora accaniti contro la Francia, ci vogliono rubare. L’amore per la vita, per la libera espressione e per la libera stampa, per la tolleranza nei confronti delle altrui opinioni, la gioia di stare insieme, il gusto di ridere, di fare due passi lungo la riva del mare, di portare all’aria aperta i nostri figli, di prendere un gelato, di stare bene assieme, di ammirare le pirotecniche scintille di luce nel buio, di cantare la Marsigliese e gli altri canti che significano fratellanza, pace e pari diritti.
Per questo, certo, “Allons enfants”. E per questo, certo, “Aux armes citoyens”.
E anche molta attenzione a non lasciarci suggestionare, perché chi semina morte lungo la sua folle strada non agisce a caso, lavora per conto di chi vorrebbe attuare un progetto ben definito. La predominanza dei movimenti xenofobi e populisti che manderebbe l’Europa in frantumi e ruberebbe ogni speranza di futuro alla nostra gioventù. L’evocazione di una nostra reazione di chiusura, della paura di essere, di esistere così come ci sentiamo di esistere, del piacere di stare assieme.
Se questi sentimenti dovessero retrocedere, se cedessimo alla paura, al pregiudizio e alla paranoia, allora nessuna tecnologia, nessun servizio di sicurezza potrebbe salvarci. E la nostra guerra alla barbarie che pretende di trasformarci, sarebbe già perduta.
Israele lo sa. È per questo che dopo sette decenni senza pace risplende ancora incessantemente fra le democrazie. Ora cerchiamo di non dimenticarcene neanche noi.

gv

(nell’immagine: Nizza 14 luglio 2016, il lungomare visto dal grande vignettista israeliano Michel Kichka)
Leggi

orrore a nizza - le reazioni del mondo ebraico
"Da Tel Aviv alla Francia, l'odio
non riuscirà a sconfiggerci. Mai"
Nonostante la vostra violenza e il vostro fanatismo, non riuscirete a minare i valori su cui si fonda la nostra democrazia. A ribadirlo, ognuno con le proprie parole, i diversi esponenti del mondo ebraico francese e internazionale intervenuti in queste ore per esprime il proprio cordoglio per l'attentato terroristico di matrice islamista che ha colpito Nizza. Alle vittime dell'attentatore – che a bordo di un camion si è lanciato ieri notte contro la folla sulla Promenade des Anglais, uccidendo 84 persone e ferendone un centinaio – si è rivolto il Gran Rabbino di Francia Haim Korsia: “Condoglianze alle famiglie e ai parenti delle vittime colpite dal terrorismo a Nizza nella giornata di festa nazionale (il 14 luglio, data della presa della Bastiglia), colpite proprio mentre celebriamo i valori di uguaglianza, libertà e fraternità che ci stanno a cuore e che alcuni cercano di minare con la violenza e il fanatismo”. “Le mie preghiere e i miei pensieri sono con voi”, ha ribadito rav Korsia. Siamo inorriditi dal nuovo sanguinoso attentato che ha colpito Nizza, la dichiarazione del Conseil Représentatif des Institutions Juives de France (Crif), l'ente che rappresenta l'ebraismo francese. “Oggi più che mai la comunità nazionale deve essere unita e forte. La lotta al terrorismo – il messaggio del Crif – deve essere globale. I terroristi hanno gli stessi obiettivi a Parigi, Nizza, Bruxelles, Istanbul, Gerusalemme, Tel Aviv, e in tutto il mondo”.

(Nell'immagine, l'illustrazione del disegnatore di Le Monde Plantu dopo l'attentato terroristico a Nizza)
Leggi

orrore a nizza - le reazioni da gerusalemme
"Israele al fianco della Francia,
difendiamo insieme la libertà"
Da Gerusalemme mani tese verso la Francia, per un aiuto concreto contro il terrorismo. Appena saputo dell'attentato di matrice islamista a Nizza, il presidente d'Israele Reuven Rivlin ha inviato un messaggio di solidarietà al presidente francese Francois Hollande. “È con dolore e tristezza che devo ancora una volta scrivere ed esprimere le mie più sentite condoglianze e quelle di tutto il popolo di Israele, dopo l'orribile attacco terroristico a Nizza", il messaggio di Rivlin, che ha ribadito come “Israele sta con la Francia e il popolo israeliano è al fianco del popolo francese, spalla a spalla di fronte a questo terribile male, come dovrebbe accadere  per tutto il mondo libero. Dobbiamo lavorare uniti per prendere i terroristi, i loro sostenitori e finanziatori, ovunque si nascondano. Noi non  molleremo mai. Come ha detto lei, - le parole di Rivlin a Hollande - noi siamo più forti dei fanatici che cercano di farci del male”. Condanna per l'attentato e solidarietà anche nel messaggio del Primo ministro Benjamin Netanyahu, che ha affermato che “Israele è pronta ad aiutare il governo francese a combattere questo male fino a che non verrà sconfitto”. Riguardo alla strage di Nizza (il bilancio delle vittime parla di 84 persone uccise e circa cento feriti, di cui la metà sarebbero gravi), Netanyahu ha sottolineato come “ci ricordi come il terrorismo possa colpire ovunque e quindi ovunque deve essere combattuto”.

(Nell'immagine la manifestazione di solidarietà per la Francia svoltasi a Tel Aviv dopo gli attentati a Parigi del novembre scorso)
Leggi

Nizza - la targa sulla PROMENADE DES ANGLAIS
Angelo Donati, eroe di Francia
Nuovi nemici, gli stessi ideali
Celebre in tutto il mondo per essere una capitale della mondanità e del divertimento, la Promenade des Anglais è anche luogo di memoria e di consapevolezza storica. Fu in questa strada infatti che operò Angelo Donati, diplomatico modenese che si distinse per il salvataggio di molti correligionari ebrei nella parte di Francia occupata dagli italiani tra il 1942 e il 1943. Dallo scorso febbraio, davanti al civico 42 in cui visse nella mitica Promenade, una targa ne ricorda il fondamentale contributo in quell’epoca buia. “Angelo Donati fu un modello di coraggio, dignità e forza” ha affermato il sindaco di Nizza Christian Estrosi intervenendo in quelle ore nella sinagoga cittadina. Tre caratteristiche di cui l’Europa intera non potrà fare a meno se vorrà vincere la sua lotta contro nuovi terribili nemici.

l'ambasciata italiana al fianco di gariwo
Il Giardino dei Giusti a Tunisi,
una risposta contro il terrore
"Dopo i fatti di Nizza l'inaugurazione a #Tunisi del primo Giardino dei Giusti contro il terrorismo è di grande significato", il messaggio affidato ai social network da Gabriele Nissim, presidente di Gariwo che in queste ore inaugura all’interno dell’Ambasciata d’Italia a Tunisi, il primo Giardino dei Giusti in un Paese arabo, grazie alla collaborazione tra Gariwo e il Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale. A fianco di Nissim, l’ambasciatore Raimondo De Cardona e il presidente della Lega tunisina per i diritti umani e Nobel per la Pace 2015 Abdessatar ben Moussa. Insieme per ricordare cinque Giusti arabi e musulmani del passato e del nostro tempo che, a rischio della vita, hanno lottato contro la persecuzione, il terrorismo e per la difesa dei diritti umani.
===============
Quando la Boldrini diceva:
"Sbagliato aiutare gli italiani"
Solo due mesi fa, in Marocco, la presidente della Camera difendeva l'accoglienza: "Dobbiamo occuparci degli immigrati"
http://www.ilgiornale.it/